Mario Limentani morto a 91 anni. Uno degli ultimi sopravvissuti alla Shoah

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 settembre 2014 14:51 | Ultimo aggiornamento: 28 settembre 2014 14:51
Mario Limentani morto a 91 anni. Uno degli ultimi sopravvissuti alla Shoah

Mario Limentani morto a 91 anni. Uno degli ultimi sopravvissuti alla Shoah

ROMA – Mario Limentani, uno degli ultimi sopravvissuti alla shoah, è morto a Roma domenica 28 settembre. Aveva 91 anni. A dare l’annuncio è il portavoce della Comunità Ebraica Fabio Perugia con un comunicato:

“Ci ha lasciati questa mattina all’età di 91 anni Mario Limentani, uno degli ultimi sopravvissuti alla Shoah. La Comunità ebraica di Roma piange la sua scomparsa e si unisce al dolore della famiglia”.

Limentani, originario di Venezia ma trasferitosi a Roma giovanissimo – ricorda – era stato catturato dalle truppe naziste con la collaborazione dei fascisti nel dicembre del 1943 in una retata contro i dissidenti politici e deportato nel gennaio del 1944 nel campo di concentramento di Mauthausen.

Più avanti trasferito nel sottocampo di Melk, poi di nuovo a Mauthausen e infine nell’altro sottocampo di Ebensee, fu liberato solo nel maggio del 1945. La sua storia è narrata nel libro a firma di Grazia Di Veroli ‘La scala della morte. Mario Limentani da Venezia a Roma, via Mauthausen’.

“Testimone della storia più buia del Novecento, Mario – aggiunge il portavoce – era amato da tutti i membri della Comunità. Sempre presente alle celebrazioni della Memoria della Shoah, durante la visita al Tempio Maggiore del Premier israeliano Benjamin Netanyahu e dell’ex Presidente del Consiglio Enrico Letta aveva preso parte alla cerimonia di accensione delle candele di Channuccà, lo scorso dicembre”.