Mario Simone, carabiniere in congedo ucciso in Brasile. Gli sparano e poi lo colpiscono con un machete

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 novembre 2017 13:58 | Ultimo aggiornamento: 28 novembre 2017 13:58
mario-simone

Mario Simone

ANDRIA – Il carabiniere in congedo Mario Simone è stato ucciso in Brasile. Mario Simone viveva da dieci anni nella città di San Salvador, in Brasile. Nel 2016 era riuscito a difendersi da un tentativo di rapina a mano armata, ma la scorsa settimana è stato vittima di un nuovo brutale agguato. I suoi familiari avevano avvisato la Farnesina segnalando che l’ex carabiniere correva seri pericoli.

L’uomo, che aveva 53 anni, è morto domenica 26 novembre intorno alle 13 al Metropolitan Hospital, dove era ricoverato in gravissime condizioni a seguito delle ferite di arma da fuoco riportate durante la rapina nella sua abitazione subita la scorsa settimana. L’uomo è stato ucciso con cinque colpi di pistola. Poi, con un macete, gli hanno tranciato 5 dita.