Marò via carcere tra 20 giorni, polizia: “Il 18 maggio le nostre accuse”

Pubblicato il 17 Maggio 2012 8:38 | Ultimo aggiornamento: 17 Maggio 2012 8:51
Salvatore Girone e Massimiliano Latorre06

Salvatore Girone e Massimiliano Latorre

NEW DELHI – Le autorità del Kerala hanno disposto nella notte il trasferimento dei marò Massimiliano Latorre e Salvatore Girone dal carcere di Trivandrum ad un’altra struttura della città. Tuttavia, hanno reso noto di avere bisogno di 20 giorni per mettere in regola la struttura, denominata Boston School. La decisione delle autorità carcerarie e di polizia di Trivandrum è venuta allo scadere della settimana disposta dalla Corte suprema di New Delhi per questa decisione, ed al termine di una serie di riunioni, anche con la delegazione italiana sul posto.

La richiesta di un periodo così lungo per realizzare il trasferimento dal carcere di Poojapura è stato giustificato con la necessità di portare a norma di legge la struttura scelta. Tuttavia alcuni osservatori sottolineano che il 2 giugno prossimo si svolgerà in Kerala una elezione suppletiva, e che quindi il governo locale non ha voluto correre rischi di dover far fronte a critiche politiche dell’opposizione per questa misura, considerata ”impopolare”.

La speciale squadra della polizia del Kerala, nel sud dell’India, che si occupa del caso dei marò, presenterà il 18 maggio al magistrato istruttore le accuse a carico di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, come riportato dal quotidiano The Times of India nella sua edizione locale.

Secondo quanto scrive il giornale, la polizia trasmetterà al giudice istruttore di Kollam, 150 pagine contenenti gli indizi a carico dei due fucilieri italiani. Tra questi c’è anche la perizia balistica (di una cinquantina di pagine) sulle armi sequestrate a bordo della petroliera Enrica Lexie in cui sono stati identificati i due fucili che avrebbero ucciso i due pescatori lo scorso 15 febbraio al largo della costa del Kerala.

Sempre in base al Times of India, ”si prevede che il tribunale inizi il processo contro i due militari alla fine di maggio”. Una fonte della polizia ha inoltre precisato che ”finora sono state formalizzate le accuse soltanto contro i due militari” lasciando intendere che in futuro potrebbero anche includere altre persone nell’atto di accusa.

Il 16 maggio il commissario Ajit Kumar, che guida la squadra investigativa speciale (Sit) incaricata di indagare sul duplice omicidio, aveva dichiarato di formalizzare le accuse entro la fine di questa settimana quando scadranno i termini di carcerazione preventiva dei due maro’ detenuti nel penitenziario di Trivandrum.