Marò, Massimiliano Latorre operato al cuore a Milano. Lunedì torna in India?

di redazione Blitz
Pubblicato il 5 Gennaio 2015 14:34 | Ultimo aggiornamento: 5 Gennaio 2015 15:54
Massimiliano Latorre (a destra) insieme a Salvatore Girone

Massimiliano Latorre (a destra) insieme a Salvatore Girone

MILANO – Massimiliano Latorre è stato operato al cuore lunedì mattina. Lunedì 12 gennaio però è previsto che torni in India e, vista l’operazione appena effettuata, non è detto che il rientro si verifichi davvero.

Il marò era ricoverato da venerdì nel policlinico di San Donato Milanese per accertamenti.

“La decisione di operare il paziente — fanno sapere dall’ospedale — è stata presa dopo che gli accertamenti diagnostici eseguiti in precedenza non avevano identificato fattori di rischio ricollegabili all’evento ischemico subìto dal paziente, se non appunto la presenza di Pfo”.

Il Pfo, forame ovale pervio, è un’anomalia cardiaca presente nel 15-30% della popolazione. Non necessariamente costituisce un problema.

Il 12 gennaio, alla mezzanotte, scade il permesso di 4 mesi concesso a Latorre dall’India per curarsi in Italia dopo l’ischemia che l’ha colpito a New Delhi. Per quel giorno, secondo l’accordo, Latorre dovrà fare ritorno in attesa del processo per la morte dei due pescatori.

Ma, come fatto notare dal governo indiano, a Delhi è rimasto Salvatore Girone, considerato dall’India “unica garanzia per il ritorno di Latorre”. Motivo per cui al secondo marò, ‘recluso’ nell’ambasciata italiana in attesa del processo sulla morte di due pescatori indiani scambiati per pirati nel febbraio 2012, è stata negata a dicembre una “licenza natalizia” per poter passare le feste a casa.