Maroni ed i volantini Nat: “Analogie con il sistema delle Br”

Pubblicato il 17 Novembre 2009 10:42 | Ultimo aggiornamento: 17 Novembre 2009 10:42

«Ci sono dei segnali seri», così il ministro dell’Interno Roberto Maroni parla dei volantini dei Nat (Nuclei di azione territoriale) recapitati a diverse testate giornalistiche. «Ci sono dei contenuti che stiamo verificando, delle forti analogie con il sistema delle Brigate Rosse ma anche delle differenze importanti» spiega a margine di un convegno organizzato dall’Anci a Milano.

Per Maroni il gesto non può essere frutto «della mente di un matto, c’è qualcosa da approfondire». Per le persone cui si fa riferimento nei volantini Maroni ha assicurato che «l’attenzione sarà aumentata. In generale stiamo seguendo questo fenomeno anche in connessione con altri che abbiamo seguito finora, certi fermenti dell’area antagonista, e soprattutto stiamo considerando l’eventuale rapporto con il radicalismo islamico».

«L’apertura o meno di una moschea é una questione che non riguarda il ministro dell’Interno – ha spiegato Maroni sulla discussa vicenda della moschea di Milano – Io mi occupo di sicurezza, quindi l’apertura della moschea è una decisione che spetta al Comune. Ci sono poi delle implicanze che riguardano la sicurezza e sono lieto di discuterle. Lo abbiamo già fatto e continuiamo a farlo. Sono pronto a discutere di tutto. Con il prefetto di Milano stiamo ragionando da tempo. La vicenda della moschea di viale Jenner la sto seguendo da oltre un anno».