Mascherine a 50 centesimi già finite. Prezzo calmierato mette in fuga gli importatori

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Maggio 2020 14:45 | Ultimo aggiornamento: 6 Maggio 2020 14:45
Mascherine a 50 centesimi già finite. Prezzo calmierato mette in fuga gli importatori

Mascerine a 50 centesimi introvabili (Ansa)

ROMA – Le mascherine chirurgiche, quelle per cui è stato imposto un prezzo massimo di 50 centesimi, “sono diventate introvabili”.

Al terzo giorno di fase 2 le scorte sono già esaurite? 

Non esattamente.

Le farmacie dicono che le hanno vendute tutte già prima della fine del lockdown e che non sono state rifornite dalla Protezione Civile.

In ogni caso quel prezzo fisso a 50 centesimi (61 considerando l’Iva) appare sempre di più una tagliola, un ostacolo alla vendita.

Il presidente di Federfarma chiama in causa la legge della domanda e dell’offerta.

“È da almeno quindici giorni che gli importatori non le consegnano più”, sostiene.

E non lo fanno perché non gli conviene: non appena è circolata la voce del prezzo calmierato, i broker hanno smesso di lavorare con l’Italia preferendo altre destinazioni che assicurassero loro un margine.

Lo confermano i farmacisti di mezza Italia evidenziando – come nel caso delle farmacie pugliesi – che anche per loro “è impossibile pagarle a quel prezzo, mentre la gente pretende di pagarle quanto ha sentito dire da Conte nel discorso in tv, e ci accusa di voler speculare”.

Non è possibile pensare che le mascherine a prezzo calmierato siano immediatamente disponibili nelle farmacie, spiega il presidente di Federfarma Milano, Annarosa Racca.

“Da farmacista dico che queste mascherine per qualche giorno non ci saranno. Sono comunicazioni fondamentali che ai cittadini non sono state date. Serve chiarezza”. (fonte Ansa)