Mascherine, obbligo per bambini tra i 6 e i 12 anni: l’istanza del Consiglio di Stato

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Aprile 2021 16:02 | Ultimo aggiornamento: 2 Aprile 2021 16:02
Mascherine, obbligo per bambini tra i 6 e i 12 anni: l'istanza del Consiglio di Stato

Mascherine, obbligo per bambini tra i 6 e i 12 anni: l’istanza del Consiglio di Stato (Foto archivio Ansa)

Obbligo di mascherine contro il Covid anche per i bambini con meno di 12 anni, ma più di 6: la conferma arriva dal Consiglio di Stato, che ha così respinto l’istanza cautelare di un gruppo di genitori.

In un decreto monocratico il presidente delle Terza Sezione del Consiglio di Stato, Franco Frattini, sottolinea che pur “nel contrasto tra valutazioni scientifiche, tutte certamente meritevoli di attenzione, l’obbligo contestato non si caratterizza per la ‘manifesta irragionevolezza’”, tanto da consentire al giudice di intervenire su decisioni di cui “il governo si assume per intero tutta la responsabilità”.  

Le contestazioni dei genitori

Nell’istanza al giudice amministrativo i genitori contestano l’obbligo generalizzato della mascherina per i loro figli, scolari di età inferiore a 12 anni.

Un caso diverso rispetto a quello della bambina esentata dallo stesso Consiglio di Stato un mese fa, perché questa volta non veniva posto in rilievo alcun segno di affaticamento connesso all’uso della mascherina in classe.

L’obbligo di mascherine per i bambini tra i 6 e i 12 anni 

Il giudice, prendendo atto della documentazione presentata dai genitori, evidenzia che esistono studi di segno opposto rispetto all’uso della mascherina per i bambini: “A fronte della documentazione scientifica depositata dagli appellanti, esistono altre documentazioni scientifiche”, e in particolare gli studi alla base delle valutazioni del Cts (Comitato tecnico scientifico) e del governo che vanno “nel senso della tollerabilità fisica anche per i bambini da 6 a 12 anni dell’uso della mascherina, e ciò viene ritenuto sufficiente a disporne l’uso obbligatorio, tenuto conto delle sempre maggiori evidenze di contagi di minori anche molto giovani”.

Un obbligo non manifestamente irragionevole e che pertanto va confermato. Il provvedimento fissa la discussione collegiale in camera di consiglio per il 22 aprile 2021.