Massimo Bossetti, nuova lettera su Libero per ringraziare Vittorio Feltri

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 Novembre 2019 13:33 | Ultimo aggiornamento: 1 Novembre 2019 13:33
Massimo Bossetti, nuova lettera pubblicata su Libero per ringraziare Vittorio Feltri

Massimo Bossetti in una foto d’archivio Ansa

ROMA – Massimo Bossetti, condannato all’ergastolo perché accusato di aver ucciso Yara Gambirasio, scrive un’altra lettera indirizzata a Vittorio Feltri e pubblicata sul quotidiano Libero. Feltri che aveva espresso qualche settimana fa la propria solidarietà al carpentiere di Mapello, attualmente in carcere.

Ecco alcuni stralci della lettera pubblicata sul quotidiano Libero: Grazie davvero di cuore per quanto lei umanamente di buon cuore bergamasco, decisamente come me, si è evidenziato. Per favore, di fronte a lei c’ è un uomo disperato, che non sa più a chi e cosa aggrapparsi, ovunque mi trovo c’ è solo sempre più terreno arido. Le chiedo semplicemente di non smettere MAI nel gridare quanto di disumano mi è stato fatto, agli occhi di tutti voi, del mondo intero. Sto soffrendo tantissimo per quanto non ho commesso.

I miei figli, sempre mi chiedono: «Papà, quando vieni a casa, ci manca il tuo amore, l’ affetto quotidiano come una vera famiglia, ci manchi tantissimo papà». Io di fronte a tutta questa sofferenza cerco di virare il discorso, dicendo di non preoccuparsi, strozzando il pianto in gola, ma poi la sofferenza prende il sopravvento e mi fa tracimare come un fiume in piena che appena ha rotto gli argini.

Vedere martedì mattina la mia faccia sul suo giornale, un quotidiano da me sempre e molto apprezzato per come lei si esprime nei diversi temi trattati, il giorno dopo che arriva il mio legale l’ avvocato Salvagni che mi abbraccia anche a suo nome, e la sera vedere lei su “La vitain diretta” che prendeva le mie difese, organizzando anche un intervista… Beh dott. Feltri, spero che io possa ricambiare presto con un sincero abbraccio. (Fonte Libero).