Matera, batteri fecali nell’acqua potabile: uso sconsigliato, scuole chiuse

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 ottobre 2018 8:06 | Ultimo aggiornamento: 19 ottobre 2018 8:25
matera acqua potabile

Matera, batteri fecali nell’acqua potabile: uso sconsigliato, scuole chiuse

POTENZA – L’acqua potabile a Matera, in Basilicata, è contaminata da batteri fecali. Il sindaco Raffaello De Ruggieri ha emanato ordinanza urgente con la quale ha disposto di non utilizzare l’acqua e ha disposto la chiusura delle scuole.

L’azienda sanitaria ha sconsigliato l’uso sia per scopi alimentari che per l’igiene della persona, se non dopo aver portato a 100 gradi la temperatura dell’acqua mediante bollitura.

L’AVVISO DELL’AZIENDA SANITARIA LOCALE

Arpab – fa sapere Asm – ha trasmesso esito favorevole delle analisi dell’acqua potabile per la presenza di batteri coliformi al di sopra dei limiti consentiti dalla norma che prevede la loro assenza. La presenza di tali batteri rivela una contaminazione fecale dell’acqua potabile.

In una nota diffusa dall’ufficio stampa dell’amministrazione comunale è inoltre sottolineato che “Acquedotto Lucano provvederà all’immediata istituzione di idonei servizi alternativi di consegna di acqua potabile mediante autobotti e/o acqua in confezione originale”. L’ordinanza del sindaco “si è resa necessaria dopo la comunicazione inviata ieri alle ore 21.59 dal Dipartimento prevenzione collettiva della salute umana – Uoc per l’igiene degli alimenti e della nutrizione che riferisce dell’accertato superamento dei parametri dei batteri coliformi a 37 gradi centigradi del partitore Terlecchia-Matera. Il sindaco ha disposto che l’ordinanza sia inviata alla Presidenza della Regione Basilicata, al Dipartimento regionale della Salute sicurezza e solidarietà sociale, al Dipartimento regionale ambiente ed energia, ad Acquedotto Lucano, all’Asm e all’Arpab”.