Matera, immigrato distrugge il palco di Max Gazzè e aggredisce i poliziotti

di redazione Blitz
Pubblicato il 24 settembre 2018 11:30 | Ultimo aggiornamento: 24 settembre 2018 11:30
Matera, immigrato distrugge il palco di Max Gazzè e aggredisce i poliziotti

Matera, immigrato distrugge il palco di Max Gazzè e aggredisce i poliziotti

MATERA – Si è introdotto in un cantiere in cui si stava allestendo il palco del concerto di Max Gazzè e lo ha danneggiato. Quindi, quando la polizia chiamata da alcuni testimoni della scena è arrivata, lui ha inveito contro gli agenti, colpendo con una bastone la volante. E’ accaduto a Matera.

L’uomo, un giovane immigrato di 22 anni originario del Niger, è stato arrestato con l’accusa di violenza, resistenza, minaccia e lesioni a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato e porto in luogo pubblico di strumenti atti ad offendere.

Il giovane, che ha un regolare permesso di soggiorno, intorno alle 14 di giovedì 19 settembre si è introdotto in un cantiere nel Parco del Castello dove si stava allestendo del palco per il concerto di Max Gazzè, e ha danneggiato le infrastrutture.

E’ stato notato da alcuni cittadini che hanno subito chiamato le forze dell’ordine. All’arrivo di una volante l’uomo si è diretto verso gli agenti imbracciando un bastone in legno con il quale ha colpito l’auto di servizio, danneggiando uno specchietto retrovisore. Quindi ha aggredito uno dei poliziotti provando, poi, a fuggire, ma è stato subito fermato dagli agenti di un’altra volante ed è stato portato in Questura.

Nel corso delle indagini è emerso che aveva precedenti penali per furto ed altri reati. L’uomo è stato arrestato e portato in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Il poliziotto ferito nella colluttazione è stato medicato in ospedale. Ha una prognosi di sei giorni.