Matrimonio con coronavirus a Foggia. Invitato positivo, 100 in isolamento

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Settembre 2020 11:10 | Ultimo aggiornamento: 7 Settembre 2020 11:12
Matrimonio con coronavirus a Foggia. Invitato positivo, 100 in isolamento

Matrimonio con coronavirus a Foggia. Invitato positivo, 100 in isolamento (Foto Ansa)

Circa 100 persone sono in isolamento dopo aver partecipato, la settimana scorsa, a un matrimonio a Foggia dove uno degli invitati è risultato positivo al Covid 19.

Matrimonio con coronavirus a Foggia. Secondo indiscrezioni, l’invitato ha saputo di essere positivo dopo aver fatto il tampone per motivi di lavoro. Dopo la positività ha allertato l’ Asl di Foggia che ha subito provveduto al protocollo previsto dalla legge per ricostruire i contatti.

Così, circa 100 persone, che hanno partecipato al matrimonio, sono state messe in isolamento fiduciario per 14 giorni come prevede il protocollo e per monitorare il loro stato di salute. Dall’ Asl fanno sapere che i tamponi saranno effettuati solo in caso di sintomatologia come prevede la normativa regionale.

Gli invitati sono stati posti in sorveglianza attiva – informano dalla Asl di Foggia – per monitorare il loro stato di salute. Sempre dalla Asl specificano che i tamponi, secondo direttive regionali, vengono effettuati solo in caso di sintomatologia da Covid 19″.

Matrimonio con coronavirus, il precedente di Nicosia (Enna)

Lo scorso luglio caso analogo a Nicosia, in provincia di Enna. Circa novanta persone che hanno partecipato al matrimonio messe  in quarantena per poi essere sottoposte a tampone per accertare l’eventuale contagio da coronavirus. Una donna era risultata positiva e trasferita a Catania. L’allarme dopo che un nicosiano che vive e lavora in Germania era risultato positivo. 

L’uomo aveva partecipato a un matrimonio che si è svolto il 26 luglio a Nicosia. Sembra che quando è rientrato in Germania manifestasse già alcuni sintomi. Ma solo una volta arrivato a destinazione, superando, quindi i controlli, i sintomi si sarebbero aggravati. (Fonte Agi).