Matteo Messina Denaro, sequestrati beni per 13mln di euro

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Dicembre 2015 8:23 | Ultimo aggiornamento: 4 Dicembre 2015 8:25
Matteo Messina Denaro, sequestrati beni per 13mln di euro

Matteo Messina Denaro, sequestrati beni per 13mln di euro

PALERMO – Un duro colpo quello inflitto da carabinieri e polizia al clan del boss Matteo Messina Denaro col sequestro di beni per 13 milioni di euro. Le ordinanze di sequestro hanno colpito quattro persone, ritenute boss e fiancheggiatori del clan mafioso, che erano già state arrestato lo scorso agosto.  Il sequestro riguarda beni mobili, immobili ed aziende tra le città di Mazara del Vallo, Castelvetrano, Salemi e Partanna.

Il Corriere della Sera scrive che il nuovo sequestro di beni ha colpito i fedelissimi del boss e superlatitante Messina Denaro:

“Un colpo di scure, il decreto di sequestro emesso dal Gip Maria Pino, ai patrimoni dei boss di Mazara del Vallo e di Salemi, rispettivamente Vito Gondola, allevatore di 77 anni, e Michele Gucciardi, 62 anni, imprenditore agricolo; di Giovanni Domenico Scimonelli, imprenditore di 48 anni ritenuto un anello cruciale deli interessi di Messina Denaro, uomo di collegamento con ambienti economici siciliani e nazionali, affiliato alla cosca mafiosa di Partanna; e di Pietro Giambalvo, allevatore 77enne del clan di Santa Ninfa.

I quattro sono detenuti dal 3 agosto a seguito dell’operazione «Ermes», per associazione a delinquere di stampo mafioso e favoreggiamento aggravato dalla modalità mafiosa per avere agevolato la latitanza del capomafia di Castelvetrano. Accolte le risultanze delle indagini di natura patrimoniale condotte dagli investigatori del Servizio centrale operativo e delle Squadre mobili di Palermo e Trapani, del Gico della Guardia di finanza di Palermo e del Ros dei carabinieri di Palermo. Il sequestro riguarda beni mobili, immobili e aziende a Mazara del Vallo, Castelvetrano, Salemi, Partanna, Santa Ninfa e Trapani”.