Mattia Fiaschini, ritrovato il corpo del 24enne scomparso sulle Blue Mountains in Australia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Febbraio 2020 9:27 | Ultimo aggiornamento: 2 Febbraio 2020 10:33
Australia, Ansa

Mattia Fiaschini, ritrovato il corpo del 24enne scomparso sulle Blue Mountains in Australia (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Il corpo del 24enne di Cesenatico, Mattia Fiaschini, scomparso questa settimana in Australia, è stato ritrovato oggi, domenica 2 febbraio, sulle Blue Mountains, popolare meta di scalatori vicino a Sydney, dopo giorni di ricerche. Lo ha comunicato la polizia. Il cadavere è stato localizzato vicino a Baltzer Lookout. Il giovane era scomparso da mercoledì nei pressi di Blackheath.

“Il cadavere dell’escursionista italiano scomparso è stato individuato oggi sulle Blue Mountains”: lo afferma la polizia dello Stato australiano del nuovo Galles del Sud in un comunicato pubblicato sul proprio sito. Il giovane “di 24 anni era scomparso mercoledì scorso”, recita il testo, riferendosi a Mattia Fiaschini, senza mai citarlo per nome. Il giovane era originario di Cesenatico.

Sono in corso, a quanto si apprende dalla Polizia australiana, le operazioni per recuperare il cadavere di Mattia Fiaschini. Sarà poi il coroner a stabilire le cause della morte. Il 24enne era residente a Cesenatico, dove abitava con la famiglia e si era diplomato al liceo scientifico Enzo Ferrari. Da circa un anno viveva a Sydney dove lavorava come cameriere e barman. Anche in Australia, Mattia aveva mantenuto viva la sua forte passione per l’escursionismo e la natura. Fiaschini era infatti considerato un trekker esperto, con alle spalle anche scalate impegnative e importanti a livello internazionale. Qualche giorno fa aveva deciso di tornare sulle Blue Mountains, era partito da solo: voleva vedere coi suoi occhi i danni lasciati dai devastanti incendi che nelle scorse settimane hanno flagellato il territorio. Ma dopo i primi sms al padre, da mercoledì scorso il giovane non aveva più dato notizie. Quando giovedì non si è presentato al lavoro è scattato l’allarme e poi le ricerche.

Le parole del sindaco di Cesenatico.

“È una tragedia – dice Matteo Gozzoli, sindaco di Cesenatico – che tocca tutta la nostra comunità”.

“Un ragazzo – continua – che perde la vita in quelle circostanze nel posto che ama lascia senza parole. L’amministrazione comunale si stringe nel dolore alla madre, al padre e a tutti i familiari di Mattia per questa grande tragedia che ha colto tutti nel profondo”.

Fonte: Ansa.