Maturità 2013, terza prova: 2 studenti su 3 sanno le materie, 19% anche domande

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Giugno 2013 13:42 | Ultimo aggiornamento: 23 Giugno 2013 14:19

Maturità 2013, terza prova: 2 studenti su 3 sanno le materie, 19% anche domandeROMA – Si avvicina la terza e ultima prova scritta della Maturità, il cosiddetto “quizzone”, in calendario per lunedì, 24 giugno. Ma 2 maturandi su 3 già sanno le materie e il 19% afferma di conoscere anche alcune delle domande grazie alla ”soffiata” dei prof della commissione. E’ quanto emerge da una ricerca svolta da Skuola.net alla vigilia dell’appuntamento. Dato che la prova non viene redatta dal Ministero ma dai membri della commissione, gli studenti ricorrono a una prassi ormai consolidata: l’appello alla benevolenza dei commissari per avere qualche anticipazione, magari sfruttando la conoscenza personale con uno dei membri interni.

Il regolamento ministeriale parla chiaro: i maturandi non possono conoscere né le materie né tantomeno i quesiti della terza prova. Questi ultimi sono formulati dalla commissione scegliendo fra massimo cinque materie fra tutte quelle studiate in quinto, incluse quelle oggetto di prima e seconda prova. Tuttavia i maturandi 2013 affermano di essere riusciti a strappare ai commissari qualche anticipazione: il 19% afferma di conoscere già le materie e anche alcune delle domande, mentre il 42% si limita alle sole materie.

Conoscere anche solo le materie con assoluta certezza rappresenta un vantaggio non da poco: permette infatti di ottimizzare i tre giorni di stop tra seconda e terza prova ripassando solo le materie che saranno effettivamente richieste. Tuttavia, sembra che non tutti i maturandi passeranno le ultime ore in vista della prova seguendo una ferrea disciplina monastica: poco più di uno su tre confessa che studierà per la maggior parte del tempo, mentre oltre la metà bilancerà il tempo disponibile tra studio e riposo. Infine uno su dieci darà la precedenza al riposo, convinto che aggiungere ore di studio alla preparazione in questa fase sia dannoso.

Ma le prime due prove scritte sono servite anche a saggiare la severità della commissione. A sentire i maturandi, i controlli sembrano abbastanza severi e non e’ un caso se chi ha copiato col telefonino, stando ai dati di Skuola.net, si è attestato intorno al 5-6% tra prima e seconda prova. Solo il 7% afferma che in terza prova sarà facile copiare perchè la commissione non controlla. La maggioranza, quasi il 60%, invece conferma che i controlli ci sono e quindi bisognerà fare molta attenzione. La restante parte giudica l’impresa una missione impossibile: troppo rigorosi i commissari.