Maturità 2015, prima prova: toto-tracce: Dante, Expo, YouTube…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Giugno 2015 8:10 | Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2015 8:10
(foto d'archivio)

(foto d’archivio)

ROMA – Domani, mercoledì 17 giugno, è il giorno della prima prova degli esami di maturità. La prima prova (italiano) è uguale per ogni scuola e gli studenti possono scegliere tra 4 diverse tipologie di traccia: l’analisi e il commento di un testo letterario, il saggio breve o l’articolo di giornale, il tema storico o il tema di attualità. La seconda prova è fissata per il 18 Giugno.  La terza prova, diversa per ogni istituto, si svolgerà invece lunedì 22 giugno. A partire dal 25 giugno inizieranno gli esami orali.

Per il saggio breve o il tema le tracce che gli studenti ipotizzano riguardano anniversari o l’attualità, come i 100 anni dall’entrata dell’Italia nella prima guerra mondiale o il 750esimo anniversario della nascita di Dante. Ma anche la Liberazione, visto che sono passati 70 anni dal 25 aprile 1945. Per quanto riguarda l’attualità è in pole Expo 2015, seguito da Isis, e il tema dell’immigrazione. 

Sui forum e sui portali dedicati – scrive il sito ottopagine.it – gli studenti puntano anche su PirandelloSvevo e Pasolini a 40 anni dalla morte. Decisamente fuori dai giochi è invece Quasimodo, uscito l’anno scorso.

La traccia scientifica potrebbe essere un omaggio a Einstein (la sua teoria della relatività generale è datata 1915) ma potrebbe esserci anche un riferimento all’esplorazione del cosmo, sula scia della missione di Samantha Cristoforetti, o al pericolo di epidemie come Ebola. Social network e nuove tecnologie sono invece già stati proposti più volte negli anni passati: meglio non perderci troppo tempo. L’ambito artistico potrebbe vedere come protagonista Van Gogh (è il 150° anniversario della morte) e il legame tra arte e follia, mentre per la traccia socio-economica temi possibili sono il precariato, le pari opportunità.

Chi ha deciso di puntare tutto sul tema storico deve tenere sott’occhio diversi anniversari: il cinquecentenario della Magna Charta innanzitutto, con possibile traccia sull’evoluzione del diritto, ma anche i duecento anni dalla sconfitta di Napoleone a Waterloo e i dieci anni dalla morte di Giovanni Paolo II. I 70 anni dalle bombe su Hiroshima e Nagasakipotrebbero portare a una riflessione sul nucleare dalla seconda guerra mondiale fino ai nostri giorni.

Per quanto riguarda il tema di attualità, c’è l’Expo, ovviamente, con i tagli più diversi, dall’ecologia alle disparità nell’accesso al cibo. Ma si potrebbe proporre anche il tema della libertà di satira in seguito a Charlie Hebdo, l’Isis e l’estremismo islamico, la crisi greca e lo scottante tema dei viaggi della speranza attraverso il Mediterraneo. In tanti sperano in una traccia su matrimoni gay e unioni civili.

Altri anniversari. Il Fatto Quotidiano ricorda quello di Youtube, il terzo sito più visitato al mondo che ha cambiato il modo di comunicare, quest’anno compie 10 anni ed i maturandi sperano che il Miur colga questo anniversario per sviluppare una traccia su un argomento di cui sono davvero esperti. E anche i 20 anni dalla nascita di e-Bay potrebbero essere un ottimo spunto per una riflessione sulla globalizzazione e su come è cambiata la vita delle persone da quando vendite e acquisti si sono spostati online.