Maturità 2018, seconda prova ITIA Informatica: Sistema e Reti PDF-TRACCIA INTEGRALE

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 giugno 2018 10:08 | Ultimo aggiornamento: 21 giugno 2018 14:37
Maturità 2018, seconda prova ITIA Informatica: Sistema e Reti (foto d'archivio Ansa)

Maturità 2018, seconda prova ITIA Informatica: Sistema e Reti (foto d’archivio Ansa)

ROMA – E’ il giorno della seconda prova degli esami di Maturità 2018. Per ITIA Informatica, la seconda prova è su Sistemi e reti: si chiede di progettare un sistema di gestione per una società di spedizione pacchi, attiva [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] su tutto il territorio nazionale, per varie tipologie di clienti.

Questo il testo integrale:

Il candidato (che potrà eventualmente avvalersi delle conoscenze e competenze maturate attraverso
esperienze di alternanza scuola-lavoro, stage o formazione in azienda) svolga la prima parte della
prova e due tra i quesiti proposti nella seconda parte.
PRIMA PARTE
La società FastDelivery si occupa della spedizione di pacchi su tutto il territorio nazionale, per varie
tipologie di clienti (privati cittadini, ditte, operatori di commercio elettronico, …).
FastDelivery possiede proprie Sedi Operative (SO) in molte città italiane anche di piccole-medie
dimensioni. In tali sedi, dotate di magazzino, gli addetti si occupano del ritiro dei pacchi da spedire
che vengono loro affidati dai clienti, oltre che della consegna ai destinatari finali dei pacchi loro
smistati dalle altre Sedi Operative di FastDelivery.
Ogni SO invia i pacchi da spedire al proprio Centro di Smistamento Regionale (CSR) di riferimento,
e riceve dal CSR i pacchi da consegnare ai destinatari finali nella propria zona.
Il disegno illustra il percorso di un pacco tra due differenti regioni. Ad esempio, un cliente di Voghera
(Lombardia) chiede di consegnare un pacco ad un destinatario di Barletta (Puglia): il pacco verrà
preso in carico dalla SO di Voghera (A-1 nel disegno) che la inoltrerà al CSR di Milano (A nel
disegno), che a sua volta lo inoltrerà al CSR di Bari (X nel disegno) che infine la inoltrerà alla SO di
Barletta (X-7 nel disegno) per la consegna al domicilio del destinatario finale.

(…)

FastDelivery vuole automatizzare maggiormente il processo di raccolta, smistamento e consegna. In
particolare, ai fini del tracciamento, vuole introdurre un sistema di identificazione dei pacchi che
consenta all’azienda, ai clienti e ai destinatari di seguirne la posizione nel loro percorso fino a
destinazione.
Quando un cliente (mittente) vuole spedire un pacco, effettua una richiesta on line: dalla SO più
vicina, un trasportatore, recandosi presso il cliente per il ritiro, trasmette al sistema la presa in carico
della spedizione. Un apposito algoritmo, già esistente, provvede a definire il percorso per la consegna
di ciascun pacco. In ciascun passaggio del trasporto, il pacco viene prima preso in carico in ingresso
e poi tracciato in uscita dai magazzinieri della SO o del CSR che gestisce il pacco stesso. Il
trasportatore che porta a termine una consegna raccoglie la firma del destinatario e la trasmette al
sistema di tracciamento.
Il candidato, fatte le opportune ipotesi aggiuntive:
1. Ipotizzi come potrà essere organizzata operativamente la nuova procedura di gestione
informatizzata dei pacchi (acquisizione dei dati di mittente e destinatario, presa in carico dal
mittente, metodi di identificazione e procedure operative di tracciamento in ciascuna SO e CSR
fino alla consegna, tipologia delle informazioni raccolte, rilevamento dell’avvenuta consegna).
2. Illustri il progetto dell’infrastruttura informatica necessaria per realizzare la gestione automatizzata
dei pacchi e consentirne la tracciabilità, dettagliando:
a. dispositivi utilizzati da trasportatori e magazzinieri per lo svolgimento delle proprie attività;
b. modalità di comunicazione tra i sistemi;
c. organizzazione dei server di raccolta dati ed offerta dei servizi informativi; si sviluppino e
discutano due o più ipotesi alternative, di cui una totalmente interna all’azienda ed una che
contempli anche il ricorso a servizi Cloud, scegliendone una motivatamente.
3. Approfondisca gli aspetti legati alla sicurezza delle strumentazioni, dei dati gestiti e del servizio
offerto nel caso in esame, e discuta le misure che ritiene utili per garantire la continuità del servizio
(aspetti di business continuity e fault tolerance).

SECONDA PARTE
I. In relazione al tema proposto nella prima parte, si vuole permettere ad un utente di conoscere
l’attuale stato della spedizione (l’elenco di SO o CSR da cui è già transitato il pacco e l’eventuale
stato di avvenuta consegna). Il candidato progetti lo schema concettuale ed il modello logico della
porzione di base di dati necessaria; progetti poi le pagine web che consentono di ottenere le
informazioni richieste, scrivendo in un linguaggio a scelta il codice di una parte significativa.
II. In relazione al tema proposto nella prima parte, la società FastDelivery è interessata anche a poter
monitorare gli spostamenti dei propri automezzi sulla strada in tempo reale. Il candidato illustri
quali potrebbero essere le soluzioni tecnologiche disponibili e le modalità e i protocolli utilizzati
nella comunicazione tra automezzi e centrale operativa.
III. Le sfide poste dalla necessità di assicurare in qualsiasi momento l’accessibilità dei dati agli utenti
autorizzati hanno portato allo sviluppo di metodologie di gestione note come clusterizzazione delle
risorse hardware e virtualizzazione delle risorse software. Il candidato illustri in cosa consistono
queste metodologie ed analizzi vantaggi e svantaggi di ciascuna, anche con esemplificazioni
applicative.
IV. Le comunicazioni via email spesso necessitano dell’applicazione di specifiche precauzioni per la
sicurezza. Si descrivano le possibili minacce alle comunicazioni via email e i principali protocolli
e servizi per garantire la loro sicurezza.