Maturità 2020, oggi “prova unica” per oltre 500mila studenti. Tra distanziamenti e mascherine

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Giugno 2020 8:08 | Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2020 8:08
Maturità 2020, oggi “prova unica” per oltre 500mila studenti. Tra distanziamenti e mascherine

Maturità 2020, oggi “prova unica” per oltre 500mila studenti. Tra distanziamenti e mascherine (foto ANSA)

ROMA – Al via questa mattina, mercoledì 17 giugno, per mezzo milione di studenti il tanto atteso esame di maturità.

Un esame unico e particolare per le misure di sicurezza previste a seguito dell’emergenza sanitaria.

Ma anche per le modalità di svolgimento che tengono conto della particolarità di questo anno scolastico.

I maturandi sosterranno solo la prova orale.

Le 13mila commissioni d’esame, composte da sei membri interni e il presidente esterno, a partire dalle 8.30 accoglieranno le candidate e i candidati di quest’anno.

Maturità 2020, come si svolge l’esame

Ciascuno studente discuterà, in apertura di colloquio, un elaborato sulle discipline di indirizzo, trattando un argomento già concordato nelle scorse settimane con i docenti della classe.

Seguirà la discussione di un breve testo studiato durante l’ultimo anno nell’ambito dell’insegnamento di lingua e letteratura italiana.

Saranno poi analizzati materiali, coerenti con il percorso fatto, assegnati dalla commissione.

In chiusura, saranno esposte le esperienze svolte nell’ambito dei Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento e accertate le conoscenze relative a “Cittadinanza e Costituzione”, secondo quanto effettivamente svolto dalla classe.

Per dare il giusto peso al percorso scolastico, il credito del triennio finale quest’anno è stato rivisto: potrà valere fino a 60 punti, anziché 40, come prima dell’emergenza.

Al colloquio orale si potranno conseguire fino a 40 punti. Il voto massimo finale possibile resta, infatti, 100/100. Si potrà ottenere la lode. 

I protocolli di sicurezza

Per garantire lo svolgimento dell’esame di maturità in piena sicurezza, sia per gli studenti che per i componenti delle commissioni, sono stati stanziati 39 milioni di euro per la pulizia ordinaria e straordinaria delle scuole, l’acquisto di gel igienizzanti e dispositivi di protezione, per la predisposizione di percorsi di ingresso e uscita da scuola.

Durante la permanenza negli istituti scolastici sarà obbligatorio indossare la mascherina.

Solo nel corso della prova orale gli studenti potranno toglierla, mantenendo però la distanza di sicurezza di almeno 2 metri dai commissari.

Le aule dovranno essere ben areate e saranno pulite alla fine di ogni sessione di esame (mattina e pomeriggio). Ogni candidato potrà portare con sé un solo accompagnatore, che dovrà a sua volta rispettare le misure di distanziamento e indossare la mascherina.

La ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina sarà a Bergamo, alle 9.30 presso l’I.T.S. Giacomo Quarenghi.

La scelta di Bergamo – ha spiegato ieri la ministra – perché “è un luogo simbolo dell’emergenza, per ringraziare gli studenti, i docenti, i commissari e tutto il personale. Dirò loro che sono stati un grande esempio che ci aiuterà anche in vista di settembre”. (fonte AGI)