Maturità 2020, mancano i commissari: hanno paura dei contagi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Maggio 2020 20:27 | Ultimo aggiornamento: 18 Maggio 2020 20:27
Maturità, Ansa

Maturità 2020, mancano i commissari: hanno paura dei contagi (foto Ansa)

ROMA – Allarme per la Maturità: mancano i presidenti di commissione.

Il timore dei contagi fa aumentare le defezioni tra i prof e i Provveditorati stentano a trovare presidenti di commissione disponibili a ricoprire l’incarico in vista dell’esame di Maturità.

Esame che inizierà dal 17 giugno e terrà impegnati quasi 500 mila studenti.

In alcune regioni gli Uffici scolastici regionali hanno continuato per giorni ad appellarsi al senso di responsabilità e di sacrificio di tutto il personale.

“Il fatto che manchino membri interni, esterni e presidenti di commissione non è purtroppo un fatto solo di quest’anno – ha spiegato Mario Rusconi, che presiede l’Associazione presidi di Roma e Lazio (Anp) – ma certamente questo’anno la situazione è aggravata dal timore del contagio, timore che è comprensibile: molti insegnanti nella scuola italiana hanno una età superiore ai 55 anni e quindi sono più esposti, la situazione è complessa.

Quest’anno sicuramente mancheranno membri interni e presidenti di commissione”.

Proprio per questo, racconta Rusconi, nel Lazio c’è stato in questi giorni un confronto col neo direttore dell’Ufficio scolastico regionale il quale, in caso di mancanza di docenti, provvederà a nominarli d’ufficio e non si potranno sottrarre all’incarico tranne in casi eccezionali (certificato medico o 104).

I presidi confidano anche che il Protocollo sulla sicurezza che verrà siglato domani, quindi martedì 19 maggio, tra organizzazioni sindacali e ministero dell’Istruzione (doveva essere firmato oggi ma l’incontro è slittato di un giorno) dia al personale della scuola piene garanzie e maggiori tranquillità. (Fonte: Ansa).