Maturità 2020, Manuela Villa sosterrà l’esame a 54 anni

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 17 Giugno 2020 15:48 | Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2020 15:48
manuela villa

Maturità 2020, Manuela Villa sosterrà l’esame a 54 anni (foto Instagram)

ROMA – Maturità 2020, Manuela Villa sosterrà l’esame a 54 anni.

La cantante e attrice è la figlia di Claudio Villa: tra pochi giorni scosterrà la maturità alla tenera età di 54 anni.

Manuela lo ha annunciato durante la linea diretta di Rtl 102.5, ironizzando nel definirsi “una vecchiaccia” e spiegando che martedì  23 giugno sarà interrogata sull’elaborato che ha presentato alla commissione d’esame.

Villa è mamma di un ragazzo di 16 anni.

Non è riuscita a fare l’esame di maturità per paura: frequentava l’Istituto Rossellini a Roma e il giorno prima dell’esame di maturità non si presentò per paura.

“Frequentavo il quinto anno all’Istituto Rossellini di Roma, il giorno dell’esame mi sono presentata e la mia professoressa mi diceva ‘entra, entra!’ ma io mi sono rifiutata per paura dell’interrogazione”.

“Avevo la testa da un’altra parte, adesso voglio riprendermi quello che avevo lasciato, voglio rimettermi in gioco”.

L’ammissione della figlia di Claudio Villa è nata per scherzo.

Manuela Villa ha inviato alla radio un messaggio che recitava così:

Vi sto ascoltando, io agli esami di maturità 2020 per riprendermi quello che negli anni di fuoco avevo perso. Sono emozionata come tanti ragazzi, sto vivendo l’ebrezza e la paura come una ragazzina, in una situazione paradossale, ma forte e unica”.

La Villa ha poi raccontato all’emittente di essersi lasciata andare a questa esternazione perché, dopo aver sentito parlare in radio dell’emozione dei ragazzi coinvolti nella maturità di quest’anno, è tornata indietro nel tempo.

La cantante ha parlato anche del figlio 16enne e della sua reazione alla notizia che la mamma sosterrà l’esame di maturità:

“Per lui è un esempio, gli ho detto di studiare adesso che ha 16 anni, se no si ritroverà come me che sto impazzendo dietro ai libri”.

Non è mancato un commento sulla strana situazione di questo esame di maturità in periodo di emergenza coronavirus.

Si tratta di un unico orale, in cui ci si gioca tutto l’esame anche se c’è chi pensa che comunque gli studenti verranno tutti promossi.

Ad ogni modo, ha sottolineato Manuela Villa, davanti ai professori ci si sente responsabili di ciò che si è fatto.

“Se hai studiato esce fuori, che si tratti di un esame scritto oppure orale, noi abbiamo comunque dovuto consegnare un elaborato. L’interrogazione verrà effettuata sull’elaborato”, ha concluso la Villa (fonte: AdnKronos).