Maturità. Ipnotizzati dal web (50%), distratti sul mondo (13%), i diciottenni al tema

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Giugno 2015 11:32 | Ultimo aggiornamento: 18 Giugno 2015 11:37
Maturità. Ipnotizzati dal web (50%), distratti sul mondo (13%), i diciottenni al tema

Maturità. Ipnotizzati dal web (50%), distratti sul mondo (13%), i diciottenni al tema

ROMA – Maturità. Ipnotizzati dal web (50,7%), distratti sul mondo (13%), i temi dei diciottenni. Su 7 tracce, 7 temi diversi, la scelta di un diciottenne su due di fronte alla prova di scrittura alla maturità è caduta sull’argomento che i ragazzi vivono, capiscono e maneggiano meglio: la comunicazione social, l’impatto della interattività permanente, i cambiamenti radicali nel mondo della comunicazione nell’epoca del web.

Il 50,7% degli studenti ha infatti deciso di affrontare questa prova: si può dire fosse la scelta meno impegnativa ma può essere letta anche come la spia di una certa distrazione, forse una resistenza a cimentarsi con le cose, i fatti, la storia con o senza la S maiuscola che riguardano il mondo reale.

Tralasciando le tracce di argomento più canonicamente letterario (Calvino 9%,  il libro di Malala 12,1%, la letteratura come esperienza di vita 14,4%), quelle più propriamente di attualità e di storia nazionale tutte insieme sono state scelte da appena il 13,7% degli studenti.

5 x 1000

Dovessimo inquadrare la scelta del tema come un sondaggio su interessi e competenze dei diciottenni di oggi, dovremmo accettare la circostanza per cui solo sei studenti su 100 (6,6%) si sono impegnati a mettere per iscritto il proprio punto di vista e quello che hanno imparato sui migranti, le rotte nel Mediterraneo, le popolazioni del Maghreb, la grande emergenza profughi, argomenti la cui stringente attualità è arduo non riconoscere.

L’economia, meglio, le competenze del cittadino nella vita economica e sociale e le sfide per il futuro hanno sollecitato la considerazione del 4,6% dei maturandi. Ancor meno considerazione ha suscitato il tema della Resistenza (2,5%), nonostante l’argomento, in occasione dell’anniversario dei 70 anni, fosse ampiamente annunciato.