Scuola: mini maturità per 580 mila studenti delle medie

Pubblicato il 17 Giugno 2010 17:23 | Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2010 18:50

Italiano più complesso, matematica lo spauracchio; prove accessibili, no difficili. Si sono divisi più o meno equamente i pareri dei circa 580 mila studenti che oggi hanno affrontato la loro “mini maturità”.

La prova nazionale unica dell’esame di terza media, predisposta dall’Invalsi, per la prima volta dal suo varo nel 2008 contribuirà a fare media con gli altri tre scritti (italiano, matematica e lingua straniera, che raddoppia con le sezioni con bilinguismo) e l’orale. Prova unica e uguale per tutti che punta a verificare i livelli generali e specifici di apprendimento conseguiti dagli studenti in italiano e in matematica.

SI PUO’ PRENDERE DA 4 A 10 – Considerata l’importanza del test per la media finale, agli studenti è stata data la possibilità di non “finire sottozero”: i voti, infatti, andranno da un minimo di 4 (per chi totalizza un punteggio da zero a 40) a un massimo di 10 (per chi totalizza da 92 a 100 punti. L’Istituto di valutazione ha messo sul suo sito la griglia di correzione della prova nazionale con i risultati dei test e le indicazioni per il punteggio della prova nazionale, che dovrà essere comprensivo del punteggio di italiano e quello di matematica, come somma dei punti attribuiti all’uno e all’altro.

LA PROVA DI ITALIANO – Il fascicolo di Italiano si compone di tre parti: 1) comprensione di un testo di carattere letterario: 20 domande; 2) comprensione di un testo di carattere informativo: 17 domande; 3) grammatica: 10 domande. La maggior parte delle domande sono a scelta multipla con quattro alternative di risposta; alcune sono però a risposta aperta univoca. Alla sezione di Italiano della Prova nazionale sono attribuiti massimo 50 punti.

MATEMATICA – 50 punti sono attribuiti anche al fascicolo di matematica che si compone di 25 domande, alcune delle quali comprendono più item. La sezione di Matematica si articola in due parti: blocco A (massimo 30 punti) e blocco B (massimo 20 punti). Per ottenere i 30 punti del blocco A della sezione di Matematica della Prova nazionale l’alunno deve rispondere correttamente a un sottoinsieme di domande.

GLI ORALI – I colloqui orali, pluridisciplinari, per prassi, si svolgono, invece, dopo tutte le verifiche scritte. Sono condotti collegialmente alla presenza dell’intera sottocommissione esaminatrice e vertono sulle discipline di insegnamento dell’ultimo anno (escluso l’insegnamento della religione cattolica).

‘LODE’ AGLI STUDENTI MERITEVOLI – Agli studenti particolarmente meritevoli, che a conclusione di tutte le prove previste dall’esame raggiungono il punteggio finale di 10/10, la Commissione può assegnare la Lode.