Maturità, o tutti in classe il 18 maggio o scatta il piano B

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Aprile 2020 16:36 | Ultimo aggiornamento: 2 Aprile 2020 18:31
Maturità, Ansa

Maturità, se si tornerà a scuola entro il 18 maggio sarà light. Altrimenti… scatterà il piano B (foto Ansa)

ROMA – Ma che fine farà la Maturità? Che fine farà la Maturità in questi tempi da emergenza coronavirus?

Tutto, sembra, dipenderà da una e solo una data: il 18 maggio. Se si tornerà a scuola entro il 18 maggio allora l’esame di Maturità ci sarà. Una Maturità light ma pur sempre una Maturità divisa nelle varie prove: le tre scritte e quella orale.

Se, invece, non si tornerà a scuola entro il 18 maggio allora scatterà il piano B. Piano B che più o meno sarà così: una sola prova, orale. In questo caso, nel caso del piano B, gli studenti saranno tutti ammessi all’esame. 

Inoltre nell’ipotesi in cui l’attività didattica “in presenza” nelle suole non riprenda entro il 18 maggio o per ragioni sanitarie non possano svolgersi esami in presenza, la valutazione degli alunni, compresi gli scrutini finali, potrà essere svolta anche con modalità telematiche.

Ma torniamo al piano A. Se si rientrerà a scuola entro il 18 maggio, dicevamo, sarà la volta di una Maturità light con tre prove sì ma con la seconda delle tre prove che, probabilmente, non sarà di carattere nazionale ma che sarà predisposta dalle varie commissioni (si è anche parlato di una sorta di tesina).

E l’esame di terza media? La cosa più probabile, al momento, è che l’esame di terza media venga abolito e che venga sostituito da una valutazione finale da parte del consiglio di classe. 

Questo, almeno, è ciò che prevede il decreto che arriverà sul tavolo del consiglio dei ministri venerdì. 

La domanda quindi è: si tornerà a scuola entro il 18 maggio? 

Fonte: Il Corriere della Sera.