Maturità, su ScuolaZoo tracce con il logo del ministero

Pubblicato il 21 Giugno 2010 18:04 | Ultimo aggiornamento: 21 Giugno 2010 18:45

Vere non saranno, ma di certo sono verosimili. Le tracce scovate sul web per il tema di italiano alla Maturità 2010 hanno tutti i crismi della ufficialità: logo del ministero, codice a barre delle commissioni, carta intestata del ministero.

Le ha mandate un utente al sito ScuolaZoo, che dopo aver fatto una serie di verifiche (“il codice sequenziale – spiega un referente del sito – è corrispondente alla questura competente, e lo è pure il codice a barre della commissione d’esame che corrisponde a Viterbo”) le ritiene attendibili.

Pur mantenendo un’ombra di dubbio se l’esortazione rivolta ai ragazzi è questa: “Non sappiamo se sono vere o no. Ma nel dubbio, scaricatele e preparatevi per domani!!! Secondo noi, se sono vere, il Ministero non avrà il tempo di cambiarle. Quindi in culo alla balena!!”.

Ed eccole le tracce ‘beccate’ in rete.

Tipologia A: Gabriele D’Annunzio e i Pastori

Tipologia B: Guerra e Pace nella letteratura e nell’arte

Ambito socio-economico: La natura per migliorare la vita: lo slogan con cui l’uomo s’impegna a salvaguardare l’ambiente

Ambito storico-politico: Lingue ufficiali e dialetti locali: l’evoluzione dei nostri rapporti con la comunicazione verbale.

Tecnico-Scientifico: Dalla trasmissione analogica a quella digitalizzazione. Nuove frontiere della comunicazione.

Tipologia C: Dottrina liberale, non intervento, colbertismo, dispotismo illuminato, anarchia, neutralità: concetti caratterizzanti il profilo storico dello Stato.

Tipologia D: Un tema sui mass- media in relazione agli untori dei promessi sposi di Manzoni.

La smentita del ministero non convince ScuolaZoo secondo cui “le tracce erano vere ma stanno già provvedendo a cambiarle”. Al ministero – spiega il sito studentesco – avevano già preparato un secondo fascicolo di tracce e si stanno attrezzando per sostituire quelle che vi abbiamo mostrato. E ScuolaZoo insiste nella sua tesi spiegando le modalità dell’operazione. La commissione prepara le tracce e, una volta approvate, le invia a tutte le questure d’Italia.

A questo punto, i presidi di ogni Istituto vanno a ritirare i plichi e li consegnano ai Comandi delle Forze dell’ordine competenti per territorio, che li custodiscono per la notte. Saranno poi le varie pattuglie alle 6 e 30 del giorno della prova a consegnare al Presidente di Commissione il plico. “Ma noi li abbiamo scoperti e speriamo che i tempi per l’invio delle nuove tracce non siano sufficienti!” aggiunge il sito facendo notare che “il Ministero per la prima volta ha smentito ufficialmente le tracce che da una vita vengono anticipate”.