Maturità, sicuro tutti ammessi. Se non si torna a scuola prova unica orale

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 Aprile 2020 11:03 | Ultimo aggiornamento: 1 Aprile 2020 11:03
Maturità, sicuro tutti ammessi. Se non si torna a scuola prova unica orale

Maturità, sola certezza che saranno tutti ammessi (Ansa)

ROMA – La ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina non ha ancora sciolte le tante riserve sull’esame di Maturità, dovrebbe farlo a giorni. Tra le tante incognite (la prima è la riapertura delle scuole prima della fine dell’anno scolastico) una certezza filtrata dal ministero: saranno tutti ammessi agli esami di Stato, assicura Corrado Zunino su Repubblica. Non ci saranno “non ammessi ai quadri”. La promozione d’ufficio riguarderà tutti gli ordini scolastici, tutte le classi.

Maturità a scuole chiuse: prova unica orale

Quanto ai maturandi, se la fine dell’emergenza giungerà dopo la fine dell’anno scolastico, l’ipotesi più caldeggiata è quella di un’unica prova orale.

Secondo Zunino,  i dirigenti sono orientati verso un orale “lungo almeno un’ora e irrobustito da esercizi matematici o traduzioni, a seconda del tipo di percorso”. Una prova unica che surrogherebbe anche i 20+20 punti assegnati dagli scritti (per un totale di 60 punti, cui vanno aggiunti i 40 punti derivanti dai trascorsi scolastici degli ultimi due anni). 

Se si torna a scuola: Italiano più seconda prova scelta dalle commissioni

L’esame potrebbe consistere in una prova scritta di Italiano, mentre per la seconda prova ci si affiderebbe alle singole commissioni, derogando dalla prova nazionale per indirizzo di studio. In ogni caso si dovrà tener conto del percorso accidentato e lacunoso nello svolgimento dei programmi scolastici terremotati dall’assenza forzata. (fonte Corriere della Sera)