Maurizio Bertin a suoi dipendenti: “Troppe tasse no lavoro, chiudo”. E si uccide

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 settembre 2013 19:46 | Ultimo aggiornamento: 17 settembre 2013 19:46
Maurizio Bertin ai suoi dipendenti: "Troppe tasse, poco lavoro. Chiudo". Poi si uccide

Maurizio Bertin ai suoi dipendenti: “Troppe tasse, poco lavoro. Chiudo”. Poi si uccide

PADOVA – Poco prima dell’ora di pranzo ha riunito tutti i suoi dipendenti e ha annunciato l’imminente chiusura dell’attività. Poi nel giardino dell’azienda si è stretto un cavo elettrico attorno al collo e si è impiccato. E’ la tragica storia di Maurizio Bertin, imprenditore di Piove di Sacco, in provincia di Padova.

L’uomo, 57 anni, non ce la faceva più a mandare avanti la baracca: troppe tasse e troppo poco lavoro. L’impresa di cui era titolare era la 3B che produce ruote per biciclette: il suo corpo senza vita è stato ritrovato dai suoi stessi dipendenti nella sede dell’azienda intorno alle 14 di martedì pomeriggio. Era appeso al ramo di un albero del giardino. Inutili i tentativi di rianimarlo dei medici del 118. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale stazione.