Maurizio Foglietti, pilota Alitalia, si è ucciso. Fu sospeso per spari in casa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Giugno 2015 13:01 | Ultimo aggiornamento: 10 Giugno 2015 13:01
Maurizio Foglietti, pilota Alitalia, si è ucciso. Fu sospeso per spari in casa

Maurizio Foglietti, a destra, e il presidente Sergio Mattarella

TODI (PERUGIA)  –  Si è ucciso nella sua casa di Todi Maurizio Foglietti, il pilota dell’Alitalia che era stato sospeso dopo essere stato denunciato a piede libero per avere sparato alcuni colpi di pistola contro una parete dopo una lite in casa. Foglietti si è impiccato.

Era il giorno di Pasqua quando sparò quei colpi in casa durante una lite in famiglia. Pochi giorni dopo gli venne ritirata la patente perché era stato trovato positivo all’alcoltest mentre guidava. Eppure era stato proprio lui a pilotare l’aereo che il 14 febbraio scorso portò il neo-eletto presidente Sergio Mattarella a Palermo per una visita privata.

Dopo quegli spari, però, la compagnia aerea, memore del recente disastro dell’Airbus 320 Germanwings portato allo schianto dal copilota Andreas Lubitz, lo sospese dal servizio. Oggi, il suicidio.