Mauro Moretti (Fs), siamo unico paese senza blocco treni

Pubblicato il 21 Dicembre 2009 16:50 | Ultimo aggiornamento: 21 Dicembre 2009 16:59

L'ad di Ferrovie dello Stato

«Non abbiamo interrotto alcun funzionamento della tratta nazionale. Non abbiamo bloccato nulla. Siamo il solo Paese in Europa che non ha bloccato pezzi di rete». Mauro Moretti, ad di Ferrovie dello Stato, si difende e illustra in conferenza stampa le ragioni dei disagi per i passeggeri dei treni dovuti al maltempo.

Moretti parla di «situazione meteo eccezionale, paragonabile solo al gennaio dell’86 o al febbraio dell’86». In quel caso, aggiunge Moretti, ci fu il blocco della rete nazionale. «Mentre oggi invece non ci sono blocchi». I disagi, inoltre, non si sono verificati solo in Italia: «Se io avessi avuto una cosa pari a quello che è accaduto nella Manica avrebbero chiesto per me… Piazzale Loreto».

Moretti ha spiegato: «Oggi hanno circolato 3700 treni e 400 stanno circolando ora. Abbiamo soppresso lo 0,3% della lunga percorrenza e il 5,6% del trasporto regionale. In alcune regioni del Nord dove c’è più neve abbiamo punte in Friuli del 20% e in Emilia al 10%». A cosa sono dovuti i problemi? «Neve, ghiaccio e freddo hanno causato spesso il blocco degli scambi e la disattivazione della rete elettrica e altri problemi tecnici, ecco perché ci sono stati ritardi in partenza e in ri-partenza. Inoltre venivamo comunque da un periodo critico perché c’era stata l’entrata del nuovo orario e l’avvio del sistema ad alta velocità».

Per quanto riguarda i ritardi dei treni, Moretti spiega: «Sono ritardi che si amplificano, ma evitiamo la soppressione dei treni per far sì che anche con grandi ritardi i treni circolino. Insomma i ritardi sono il minore dei mali. Noi evitiamo le soppressioni dei treni, meglio in ritardo che niente treni. Specie sotto le feste, visto che se anche dicessimo alla gente di non partire si muoverebbe lo stesso. Ci sono disagi ma tutto quello che possiamo fare lo stiamo facendo».

Moretti lancia poi un consiglio a chi sta per mettersi in viaggio: «Portatevi qualche maglione pesante, qualche panino in più e qualche bottiglia d’acqua. Perché può capitare che a causa del maltempo vada via la linea elettrica e che non ci sia il riscaldamento».