Max Parodi, attore condannato. Accusa: “Droga alle feste Vip”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 febbraio 2015 13:59 | Ultimo aggiornamento: 20 febbraio 2015 14:02
Max Parodi (Foto Lapresse)

Max Parodi (Foto Lapresse)

ROMA – Avrebbe rifornita di droga un amico avvocato di Padova, di passaggio a Roma e presente a una festa. E’ stato condannato a 4 mesi di reclusione l’attore Max Parodi, interprete di diversi film di Jerry Calà, Tinto Brass e Neri Parenti. La vicenda la ricostruisce Riccardo Di Vanna sul Messaggero:

La vicenda risale al dicembre del 2012, e prende spunto da un’inchiesta della procura di Padova su un giro di cocaina e feste tra vip. Gli inquirenti veneti seguono con attenzione spostamenti e frequentazioni dell’avvocato Davide Bergo, considerato l’uomo in contatto con i pusher che forniscono la droga per i festini, e registrano centinaia di conversazioni telefoniche dell’imputato. In particolare, quando il legale entra in contatto con Parodi, in occasione di un suo viaggio nella Capitale, dove vive l’artista, i dialoghi catturati tra i due non lasciano molto spazio all’immaginazione. Bergo -che sarebbe stato successivamente arrestato- evidentemente in difficoltà nel reperire lo stupefacente lontano da casa, chiede aiuto all’amico attore.