Mazara del Vallo, picchia la moglie per 3 giorni fino a ucciderla: fermato il marito

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Gennaio 2020 12:21 | Ultimo aggiornamento: 30 Gennaio 2020 12:25
Picchia moglie a morte a Mazara del Vallo: fermato il marito

Mazara del Vallo, picchia moglie a morte: fermato il marito (Foto di repertorio ANSA)

TRAPANI – Una donna è stata picchiata a morte dal marito nella casa di Mazara del Vallo, in provincia di Trapani, e il suo corpo è stato trovato dalla polizia la sera del 29 gennaio.

Rosalia Garofalo, 54 anni, in passato aveva denunciato il marito Vincenzo Frasillo, 53 anni, per maltrattamenti. Ennesima lite, di nuovo l’uomo inizia a picchiarla ma stavolta Rosalia è morta. Frasillo invece è stato fermato dalla polizia con l’accusa di omicidio. 

A dare l’allarme alla polizia la sera del 29 gennaio sono stati i vicini di casa della coppia, che avevano sentito delle urla provenire dall’abitazione. I sanitari del 118, giunti sul posto, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della Garofalo, che era riversa sul letto con evidenti segni di percosse su tutto il corpo. 

Secondo quanto ricostruito dalla polizia, Frasillo avrebbe più volte picchiato selvaggiamente la donna negli ultimi tre giorni, senza prestarle alcuna assistenza o richiedere le necessarie cure mediche. A scatenare la violenza omicida del marito, secondo gli investigatori, sarebbe stata l’ossessione di essere tradito dalla donna.

Dalle prime testimonianze raccolte dagli investigatori emergerebbe una storia di abusi e maltrattamenti, per i quali la donna aveva anche presentato alcune denunce, l’ultima nell’aprile scorso. In almeno due occasioni la donna aveva però proceduto successivamente a ritirarle.

Frasillo è stato fermato dalla polizia, interrogato per tutta la notte alla presenza del suo avvocato e poi accompagnato nel carcere di Trapani e dovrà rispondere dell’accusa di omicidio. (Fonte ANSA)