Mazara del Vallo, sindaco: “Libici sequestrano due pescherecci italiani”

Pubblicato il 7 ottobre 2012 17:43 | Ultimo aggiornamento: 7 ottobre 2012 17:50

PALERMO – Una motovedetta libica ha fermato il 7 ottobre due pescherecci di Mazara del Vallo nel canale di Sicilia. La vicenda è stata resa nota da Nicola Cristaldi, sindaco di Mazara. Le imbarcazioni sono il Daniela L ed il Giulia PG. Le due imbarcazioni, scortate dai libici, sono dirette nel porto di Bengasi.

Il ”Daniela L”, che ha 195 tonnellate di stazza, e il ”Giulia PG”, 190 tonnellate, stavano facendo le battute di pesca in acque considerate internazionali ma non dai libici che sono intervenuti come altre volte bloccando i pescherecci e intimando di seguirli nel proto nordafricano. Sui due pescherecci vi sarebbero 14 persone tra italiani e tunisini.

Per fermare i due pescherecci mazaresi, i militari libici sulla motovedetta hanno sparato colpi di arma da fuoco, come ha riferito Cristaldi all’Ansa. ”E’ stato fatto uso delle armi e questo è di gravità assoluta – dice Cristaldi – perché niente può giustificare azioni di tale portata. I segni dei colpi sono ben visibili sulle fiancate dei pescherecci. I natanti erano in acque internazionali anche se, come è noto, i libici ritengono quelle acque di loro pertinenza”.