Mazzarino (Cl), donna tenta di gettare la figlia neonata nella fogna

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 febbraio 2014 12:59 | Ultimo aggiornamento: 17 febbraio 2014 13:00

Mazzarino (Cl), donna tenta di gettare la figlia neonata nella fognaCALTANISSETTA – Ha tentato di uccidere la figlia di 10 mesi gettandola in un pozzo di ispezione della rete fognaria pubblica a Mazzarino, in provincia di Caltanissetta.

E’ stata bloccata dai carabinieri e arrestata in flagranza di reato con l’accusa di tentato omicidio. La donna di 43 anni si trova ora ai domiciliari. La bimba è stata affidata ad una Comunità specializzata.

A chiedere aiuto, ieri pomeriggio, è stato il padre della bambina. I carabinieri sono stati avvisati anche da numerosi passanti che hanno visto la donna che correva in lacrime verso un pozzetto di acque reflue con la piccola in braccio. La bambina che la madre 43enne di Mazzarino, originaria di Riesi, avrebbe voluto uccidere gettandola nella rete fognaria era nata da un rapporto extraconiugale.

La donna avrebbe avuto, secondo gli investigatori, anche l’intenzione di suicidarsi. Lo ha dichiarato ai carabinieri lei stessa subito dopo essere stata bloccata da alcuni passanti prima che compisse l’insano gesto. All’origine della decisione di tentare l’omicidio-suicidio ci sarebbe il fallimento di entrambi i rapporti di coppia: con il marito e con l’amante.