Cronaca Italia

Roma, McDonalds nega l’happy meal con il pesce a tre bambine ebree

Porta le sue tre bambine di 7, 10 e 13 anni da Mc Donald a piazzale Sturzo a Roma e dopo aver chiesto di sostituire il panino alla carne con quello con il pesce dentro l’Happy Meal, perché la religione ebraica non consente di assumere alcuni cibi, si è sentito rispondere che le regole impediscono di cambiare il contenuto del box con i giochini tanto amati dai bambini. Una risposta che se da una parte ha gettato nello sconforto le bimbe ha molto irritato il padre Angelo Pavoncello.

”Ero pronto a pagare la differenza di prezzo per non deludere le mie figlie – spiega il padre – E del resto è la prima volta che mi capita di subire una tale discriminazione anche perché in altri Mc Donald in Italia e all’estero non è mai accaduto”.

Pavoncello non ha però rinunciato a far valere i diritti delle sue bambine ad avere un Happy Meal, modificato nel contenuto alimentare come la religione ebraica consente, per poter così ottenere i giochini in omaggio e si è recato ad un altro Mc Donald a Trastevere, in via degli Stradivari. Lì il direttore, pur facendo presente che le regole prevedono che non si modifichi il contenuto dell’Happy Meal, ben volentieri ha accontentato le bambine facendo pagare una piccola differenza. Di qui un appello ai dirigenti Mc Donald Italia da parte di Pavoncello: ”Non discriminate proponendo un solo tipo di Happy Meal chi come ebrei, musulmani o vegetariani hanno restrizioni alimentari”.

To Top