Medolla (Modena), accusa la sorella di essere “troppo occidentale” e devasta la casa

di redazione Blitz
Pubblicato il 24 luglio 2018 14:04 | Ultimo aggiornamento: 24 luglio 2018 14:04
Medolla (Modena), accusa la sorella di essere "troppo occidentale" e devasta la casa

Medolla (Modena), accusa la sorella di essere “troppo occidentale” e devasta la casa

MODENA – Un ragazzo di 28 anni di Reggio Calabria, di origini marocchine, è stato arrestato dai carabinieri a Medolla, in provincia di Modena, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] per maltrattamenti in famiglia.

Secondo l’accusa avrebbe impugnato un bastone e rotto la televisione che la sorella di trent’anni, musulmana, stava guardando, accusandola di averlo sintonizzato su un canale italiano e non marocchino, criticandola poi per i vestiti troppo all’occidentale e per il lavoro che fa, l’agente di commercio, definendolo non adatto a una donna.

Quando i carabinieri sono intervenuti nella casa dove il giovane risiede insieme alla madre e alla sorella, hanno trovato elettrodomestici e soprammobili distrutti. Poco prima di inveire contro la sorella il giovane si era anche scagliato contro la madre, minacciandola perché, a suo dire, faceva troppo rumore facendo le pulizie in casa.