Melania Rea, padre: "Salvatore Parolisi è stato un vigliacco"

Pubblicato il 16 Dicembre 2011 23:27 | Ultimo aggiornamento: 16 Dicembre 2011 23:47

ROMA – "Salvatore è stato un vigliacco": cosi' Gennaro Rea, il papà di Melania, ha parlato del genero, accusato dell'omicidio della figlia, nel corso della trasmissione "Quarto grado" su Rete4.

Il papà di Melania, la giovane donna uccisa lo scorso aprile, ha affermato – riferisce un comunicato della trasmissione – che Parolisi e' stato ''un grandissimo attore. Per due anni è stato con una persona e, quando lui e Melania venivano a casa nostra o noi andavamo a casa loro, quando stavamo insieme, brindavamo insieme, non si è mai verificato nulla che facesse pensare a qualcosa di negativo. Sembrava innamorato della moglie. Noi l'abbiamo trattato come e più un figlio e quindi questo mi fa molta rabbia: tutto quello che abbiamo fatto è stato invano".

Sulla recente udienza per l'affidamento della figlia di Melania, Gennaro Rea ha sottolineato che "per tutte e due le ore che siamo stati davanti al Giudice, Salvatore è stato con la testa china, gli occhi piantati per terra, abbassati. E questa cosa la dice lunga. Se una persona è innocente, non si comporta così".

"Noi non vogliamo un colpevole qualunque: noi vogliamo il 'colpevole'''. "Salvatore – ha continuato – mi fa pena. Ma gli dico che si può ancora riscattare. Dicesse la verità per sua moglie, per la sua famiglia ma particolarmente per sua figlia".

Gennaro Rea ha poi ricordato un episodio piuttosto insolito: "durante le ricerche di Melania, invece di cercare la moglie, Parolisi si preoccupò di andare in Caserma a parlare con i suoi commilitoni. Un mio nipote in quella occasione voleva accompagnarlo per non lasciarlo solo, vista la situazione. Si era già seduto nella macchina di Parolisi ma Salvatore lo ha fatto scendere dalla vettura perché voleva andare da solo. Tutto questo è stranissimo".