Melzo (Milano), trovano 31enne impiccato: scomparsa la fidanzata, si teme omicidio-suicidio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 giugno 2018 15:49 | Ultimo aggiornamento: 10 giugno 2018 20:40
melzo ricerche ragazza

Melzo (Milano), ragazza 21enne scomparsa: fidanzato trovato impiccato

MILANO – Proseguono senza sosta le ricerche di Sara Luciani, 21 enne di Melzo (Milano) scomparsa da casa venerdì sera, 8 giugno, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] dopo essere uscita in auto con il suo fidanzato Manuel Buzzini, 31 anni, trovato poi cadavere sabato mattina nel cortile della casa dove viveva sua nonna, sempre a Melzo.

Nel tardo pomeriggio, i vigili del fuoco hanno recuperato il paraurti della loro macchina con targa annessa dal canale Muzzo, a Paullo (Milano), e stanno proseguendo le ricerche della giovane. Le indagini dei carabinieri di Cassano D’Adda (Milano) sono partite ieri mattina, quando l’operaio 31enne è stato trovato privo di vita e con gli abiti bagnati in via Mantova.

Il giovane, che si è impiccato senza lasciare alcun biglietto, viveva con la fidanzata Sara, di 10 anni più giovane, a casa dei genitori di lei a Melzo. Dall’appartamento di famiglia i due sono usciti insieme in macchina, una Golf, la sera di venerdì 8 giugno. Poi di loro si sono perse le tracce. Dopo aver atteso qualche ora, non vedendoli tornare, i genitori della ragazza hanno dato l’allarme, poi la macabra scoperta del corpo del 31enne.

Difficile ricostruire i loro spostamenti perché entrambi, a quanto si è appreso, avevano deciso di comune accordo di non usare più il cellulare, da qualche tempo. Una unica telecamera di videosorveglianza della zona ha ripreso l’arrivo di Manuel, solo, alle quattro di sabato mattina nella via dove viveva sua nonna, dove è stato ripreso mentre scavalcava la recinzione di quella casa di corte in cui si è tolto la vita, impiccandosi. Secondo quanto appurato dai militari, a familiari e conoscenti non risulterebbero problemi nella relazione tra i due.

Sara, descritta come una ragazza molto timida e introversa, avrebbe avuto sul 31enne un’influenza positiva, tanto da allontanarlo definitivamente dal consumo di stupefacenti, con i quali l’uomo avrebbe avuto qualche problema anni fa. Una ‘coppia molto affiatata’, secondo alcuni, forse ‘anche troppo’, a detta di altri. Le ricerche della ragazza e dell’auto del fidanzato proseguono senza sosta per opera di sommozzatori, vigili del fuoco e protezione civile, sia lungo gli argini del fiume Adda e del canale Muzza che nelle cave adiacenti.

Per ora l’unico indizio resta il pezzo di veicolo recuperato all’altezza della centrale idroelettrica di Paullo. Tante le ipotesi degli investigatori, tra cui la decisione della ragazza di allontanarsi e un primo tentativo di togliersi la vita di Manuel, con la sua auto, così come un incidente a seguito del quale il 31enne potrebbe aver deciso di togliersi la vita. Comprensibilmente sulle sorti della giovane è troppo presto per pronunciarsi, anche se non viene esclusa nemmeno la pista dell’omicidio-suicidio.