Meningite: 3 morti in 2 mesi. Paura a Empoli 2.800 chiamate al centralino Asl

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 Marzo 2015 14:36 | Ultimo aggiornamento: 31 Marzo 2015 14:36
Meningite: 3 morti in 2 mesi. Paura a Empoli 2.800 chiamate al centralino Asl

Meningite: 3 morti in 2 mesi. Paura a Empoli 2.800 chiamate al centralino Asl

EMPOLI – L’ultima ad arrendersi alla meningite è stata Marta Corti, infermiera di 34 anni stroncata domenica scorsa da un’infezione di meningococco di tipo C. E’ l’infermiera la terza vittima, in appena due mesi, di meningite nella provincia di Empoli. Prima di lei erano morti due ragazzini: Giovanni Locci , 13 anni, e Mattia Brendaglia, 17 anni. Prima ancora, a febbraio era stata colpita dal meningococco C anche una studentessa della provincia di Empoli che però se l’è cavata.

Ma ora, mentre la Asl ha avviato immediatamente la profilassi per tutte le persone che sono entrate in contatto con l’infermiera a Empoli la meningite fa paura. Racconta infatti l’agenzia Ansa che ben 2.800 chiamate nelle ultime 24 ore all’Asl 11 di Empoli (Firenze) dopo che l’azienda,  come misura seguente a tre decessi per meningococco C, ha dato il via libera alla vaccinazione gratuita straordinaria per tutte le persone fino a 45 anni.

Le prenotazioni per i primi due giorni sono già esaurite e l’Asl 11 sta pensando di rivedere l’organizzazione della campagna di vaccinazione. Stasera c’è un incontro aperto ai medici di famiglia: un’ipotesi che verrà discussa è la possibilità che loro stessi possano somministrare i vaccini diminuendo di conseguenza le liste di attesa dell’Asl 11. Intanto nel pomeriggio di lunedì 31 marzo  a Empoli sono previsti i funerali dell’ultima vittima, Marta Corti, l’infermiera morta domenica sera proprio a causa di un infezione da meningococco di tipo C.