Omicidio Meredith Kercher, per Rudy Guede si chiederà la semilibertà entro la fine dell’anno

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 febbraio 2018 13:43 | Ultimo aggiornamento: 20 febbraio 2018 13:43
Rudy Guede (foto Ansa)

Rudy Guede (foto Ansa)

PERUGIA –  Potrebbe chiedere di essere ammesso alla semilibertà entro la fine di quest’anno Rudy Guede, condannato a 16 anni di reclusione per l’omicidio di Meredith Kercher, compiuto a Perugia la sera del primo novembre del 2007.

Lo ha detto l’avvocato Fabrizio Ballarini che sta già lavorando per predisporre l’istanza. Rudy Guede venne arrestato pochi giorni dopo il delitto. Condannato con il rito abbreviato, attualmente il suo fine pena è previsto nei primi mesi del 2022.

Il ricorso in Cassazione.

Approda domani in Cassazione il ricorso dei difensori di Rudy Guede contro l’inammissibilità della richiesta di revisione della condanna a 16 anni di reclusione per l’omicidio di Meredith Kercher decisa dalla Corte d’appello di Firenze. L’istanza presentata dagli avvocati Tommaso Pietrocarlo e Monica Grossi sarà esaminata a partire dalle 10 in un’udienza pubblica dalla quinta sezione. La sentenza è attesa in serata. I difensori di Guede hanno basato il loro ricorso in Cassazione sostenendo la “non osservanza” delle regole processuali e la mancata acquisizione di “elementi fondamentali” da parte dei giudici fiorentini. La Suprema Corte aveva inizialmente fissato un’udienza camerale per la quale il procuratore generale aveva presentato una memoria chiedendo la conferma della decisione di Firenze e quindi l’inammissibilità della richiesta di revisione. “Abbiamo però sostenuto – ha spiegato l’avvocato Pietrocarlo – che c’era stata una sentenza e quindi è stata fissata l’udienza pubblica”.

Raffaele Sollecito e Amanda Knox, anche loro a processo per l’omicidio, sono stati invece assolti.