Meredith, sentenza per Amanda Knox e Sollecito rinviata a martedì 26/3

Pubblicato il 25 Marzo 2013 21:38 | Ultimo aggiornamento: 25 Marzo 2013 22:46
Meredith, sentenza per Amanda Knox e Sollecito rinviata a martedì 26/3

Amanda Knox (Foto LaPresse)

ROMA – La lettura della sentenza della Cassazione per Amanda Knox e Raffaele Sollecito è stata rimandata a martedì 26 marzo. Amanda Knox e Sollecito sono stati assolti per l’omicidio di Meredith Kercher, la studentessa inglese uccisa a Perugia. Il procuratore generale della Cassazione, Luigi Riello, ha presentato ricordo sulla sentenza di appello ed ha chiesto che i due siano condannati. 

La prima sezione penale della Cassazione ha annunciato di essersi riservata la decisione su Sollecito e Knox, annunciando per il 26 marzo alle ore 10.00 la lettura del dispositivo di sentenza. L’avvocato Giulia Bongiorno, difensore di Sollecito, ha commentato: “Frequento la Cassazione da qualche anno e devo dire che questa cosa non mi era mai capitata. Questo tempo può servire per riflettere di più”.

La Bongiorno ha poi aggiunto: “E’ difficile per me interpretare questo. Può essere un fatto di necessità fare un’altra oretta di lettura degli atti. Oppure si tratta di dettagliare meglio il dispositivo”.

Il padre di Raffaele, Francesco Sollecito, ha commentato: “Abbiamo aspettato tanto, una notte in più non ci cambia la vita”.  Francesco Sollecito ha chiamato Raffaele, che studia a Verona, per comunicargli quanto successo e il figlio non avrebbe avuto particolari reazioni.

Riello, procuratore generale, aveva dichiarato: “La sentenza della Corte d’appello di Perugia è un raro concentrato di violazioni di legge e di illogicità e credo che debba essere annullata”.