Messe con gente in chiesa, pure Papa dice obbedite a governo. Usa, Francia…ovunque no

di Riccardo Galli
Pubblicato il 29 Aprile 2020 10:57 | Ultimo aggiornamento: 29 Aprile 2020 10:58
Biandronno, in Chiesa arriva l’acquasantiera digitale per evitare i contatti

Biandronno, in Chiesa arriva l’acquasantiera digitale per evitare i contatti (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Messe con gente in chiesa. Ovunque no in tempo di coronavirus. Perché gente insieme, ovunque sia, se sta insieme può reciprocamente contagiarsi.

Perfino negli Usa di Trump sensibilissimo agli umori e volontà delle molte Chiese del paese, perfino negli Usa delle molte e molto esigenti e rigide confessioni religiose, perfino lì le funzioni e cerimonie religiose non si svolgono con la gente in chiesa. Qualcuno le fa addirittura drive-in.

Nella Francia laica le Messe e le funzioni religiose non si tengono con la gente in chiesa. Così nella Spagna cattolica.

E così è, ovunque no. Per ovvie e documentate (da secoli) ragioni epidemiologiche.

Era così anche in Italia. Fino a che la Cei (i Vescovi italiani) non hanno bollato e scomunicato quel no Messe con gente in chiesa come attentato e lesione alla libertà religiosa.

Poche ore dopo è intervenuto a dire che avevano esagerato. Chi è intervenuto? Il Papa. Papa Francesco ha detto (è il caso di dire papale-papale) che ci vuole “Prudenza e obbedienza alle disposizioni del governo”

Papa Francesco ha detto a tutti, e anche ai suoi Vescovi, che la salute dei fedeli che andrebbero a Messa in chiesa (in grandissima parte anziani) viene prima del primato della Chiesa, quella con la maiuscola.

Nella Chiesa, nella cosiddetta Gerarchia, la cura del corpo in vita dei fedeli rivendicata da Papa Francesco come primo umano valore non gli procurerà ulteriori simpatie e consensi.

Per più d’uno Papa Francesco che dice prudenza sanitaria e obbedienza a governi e medici è un Papa che incorre in imperdonabile peccato ed errore di soggezione alla ragione, alla razionalità.

Quando sarà chiamato, secondo fede cattolica, a definitivo bilancio e supremo giudizio, Papa Francesco presenterà così  alla voce passivi lo scontento di qualche Vescovi e di un bel pezzo di Chiesa e di ultra della fede, forse migliaia. E alla voce attivi qualche fedele cui ha risparmiato sofferenze e salvato la vita, forse migliaia.