Messina, accusa compagna: “Violentato per avere un figlio”. Storia d’amore finisce in Tribunale

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 giugno 2018 15:39 | Ultimo aggiornamento: 3 giugno 2018 15:39
Violentato dalla mia compagna che voleva un figlio

Un’aula di Tribunale (foto Ansa)

MESSINA – Lei lo denuncia per maltrattamenti e lui la querela per violenza sessuale, ora lui comparirà davanti al Gup di Messina, mentre lei è indagata [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play].

Accade a Messina dove Simone e Tiziana conviventi da nove anni, ora si stanno lasciando e proseguiranno la loro querelle in tribunale. I litigi tra i due proseguivano da mesi e qualche giorno fa Simone aveva chiesto l’intervento dei carabinieri per intimare a Tiziana di andare via perchè aveva affermato che la compagna aveva preteso di consumare con lui un rapporto sessuale, lamentandosi che in nove anni di frequentazione non era rimastaincinta.

Tutto questo pur sapendo che l’uomo non voleva avere un figlio. I carabinieri avevano avevano consigliato a Simone e Tiziana di risolvere i litigi con un avvocato e sono andati via. Il giorno successivo Tiziana al culmine di un’altra lite ha deciso di far intervenire la polizia. Agli agenti ha riferito di essere stata vittima di maltrattamenti. Simone subito è stato arrestato. Il pm a quindi chiesto al Gip la convalida dell’arresto e l’applicazione dei domiciliari. Simone si è presento davanti al Gip assistito dal difensore di fiducia Giovambattista Freni.

L’indagato ha negato ogni addebito e ha detto di essere stato lui vittima di violenza sessuale da parte della compagna contro la quale ha presentato querela. Dopo l’interrogatorio il difensore ha chiesto la scarcerazione e il Gip ha disposto la liberazione di Simone. Quest’ultimo ha querelato la compagna anche per danneggiamento perché ha distrutto i suoi mobili e oggetti.