Messina da cinque giorni senz’acqua per una frana

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Ottobre 2015 9:03 | Ultimo aggiornamento: 29 Ottobre 2015 9:03
Messina da cinque giorni senz'acqua per una frana

Messina da cinque giorni senz’acqua per una frana

MESSINA – La terza città della Sicilia, 240mila persone. Una città che da cinque giorni è senza acqua corrente. E’ Messina dove sabato scorso, il 24 ottobre, una frana ha causato la rottura di una condotta dell’acquedotto di Fiumefreddo. Da sabato a giovedì il problema è tutt’altro che risolto nonostante i lavori siano in corso. Semplicemente succede che dopo la prima frana, nella zona, continuano ad esserci continui piccoli smottamenti e non si riesce a risolvere il problema all’acquedotto. Come racconta il Corriere della Sera

Le riparazioni fin qui effettuate sembrano non essere sufficienti. Si prospetta quindi che per diversi giorni, forse 3 o 4 ancora, l’acqua mancherà in diverse zone della città. Intanto proseguono le code nei pochi punti dove le cisterne erogano acqua ai cittadini. Anche giovedì scuole e uffici pubblici chiusi. Disagi enormi per ospedali e negozi, problemi anche per disabili e anziani. Sono cinque giorni che la città è a secco e si prospetta anche una grave emergenza igienico sanitaria. E intanto, monta la protesta sul web, soprattutto sui social, dove l’hashtag #Messinasenzacqua è salito nella classifica dei trend topic nella serata di mercoledì, tra lamentele, ironia e tanta, tanta rabbia.

Ad alimentare la rabbia dei messinesi è la carenza di informazioni sul problema. Il sindaco Renato Accorinti, intanto, fa sapere che ha intenzione di chiedere lo stato di calamità naturale per quanto sta accadendo a Messina: “Chiederemo lo stato di calamità: la situazione è gravissima e peggiore del previsto”.