Messina, vigili urbani bocciati a esame patente. Sindaco: “L’hanno fatto apposta”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Novembre 2019 22:45 | Ultimo aggiornamento: 13 Novembre 2019 22:45
Messina, vigili urbani bocciati a esame patente. Sindaco: "L'hanno fatto apposta per evitare turni e attività"

Un’auto della Polizia Municipale (foto ANSA)

MESSINA – Agenti della Polizia municipale di Messina bocciati agli esami per rilascio della patente di servizio. Furioso il sindaco Cateno De Luca, per le sue intemperanze ribattezzato ‘Scateno’ De Luca, ma che questa volta rivendica ogni ragione. Per il primo cittadino quei vigili si sono fatti bocciare per evitare turni e attività: “Sporcano il corpo municipale, vergogna”, tuona.

Insieme all’assessore con delega alla Polizia municipale Dafne Musolino e al dirigente del comparto ha definito nuove direttive, stigmatizzando come “inaccettabile” la circostanza che gli agenti di Polizia municipale non siano dotati di patente di servizio, requisito necessario per la guida dei veicoli dell’amministrazione. Per tale ragione è stato organizzato il corso per i primi 15 agenti che ancora ne sono sprovvisti.

“Sappiamo che sono circa 50 gli agenti senza patente di servizio – afferma De Luca – abbiamo appreso che all’ultima sessione di esami qualche collega si è fatto bocciare appositamente per non conseguire il titolo. Per questa ragione abbiamo confermato una disposizione che prevederà che il mancato conseguimento dell’abilitazione alla patente di servizio costituirà motivo di proposta da parte del Sindaco al Prefetto, per la perdita della qualifica di agente di p.s. e di tutte le indennità conseguenti e correlate, e la proposta di revisione anche della patente di guida personale”. 

Fonte: AGI.