Mestre, incendio nella sede di una associazione: trovati 2 cadaveri carbonizzati

di redazione Blitz
Pubblicato il 22 Novembre 2018 8:39 | Ultimo aggiornamento: 22 Novembre 2018 12:14
Mestre, incendio nella sede di una associazione: trovati 2 cadaveri carbonizzati

Mestre, incendio nella sede di una associazione: trovati 2 cadaveri carbonizzati

VENEZIA – Drammatico incendio a Mestre in una costruzione annessa alla sede di una associazione di volontariato, nel quartiere San Paolo. Due cadaveri semicarbonizzati sono stati ritrovati all’interno della struttura. Una volta spente le fiamme, i pompieri sono entrati nella casetta di legno di poco più di 10 metri quadrati e hanno ritrovato i due corpi, uno dei quali dovrebbe essere di un uomo.

L’allarme è scattato poco prima delle 4 del mattino di giovedì 22 novembre quando alla sala operativa dei vigili del fuoco è stato segnalato un incendio in via Verrazzano. I pompieri sono accorsi sul posto con 4 automezzi e 12 uomini e hanno iniziato le operazioni di spegnimento dell’edificio principale, di circa 200 metri quadri, e della casetta in legno. Solo una volta domate le fiamme le squadre sono entrate nella costruzione più piccola trovando i due cadaveri. Il rogo ha fatto crollare completamente la copertura della sede dell’associazione di volontariato.

Sono ora in corso i rilievi per accertare le esatte cause dell’incendio. Sul posto è intervenuto il Niat, nucleo investigativo antincendio territoriale e la polizia, insieme al personale del Suem. 

Molti senzatetto gravitavano attorno ai due edifici bruciati. Sul luogo del rogo si sono recati anche il pm Alessia Tavernesi e il dirigente della squadra mobile Stefano Signoretti. Si tratta di un posto in centro a Mestre, a ridosso del cimitero, in un’area incolta e abbandonata. Non è escluso che le due persone morte avessero trovato rifugio nella casettina di legno, celata da grossi alberi, per ripararsi dalla pioggia che cade copiosa dalla scorsa notte.