Mestre, sfondano vetrina del negozio per rubare il televisore, ma era finto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 luglio 2015 13:24 | Ultimo aggiornamento: 26 luglio 2015 13:24
Mestre, sfondano vetrina del negozio per rubare il televisore, ma era finto

(Foto d’archivio)

MESTRE (VENEZIA) – Sfondano la vetrina del negozio di elettrodomestici per rubare il televisore, ma scoprono che è finto. E’ andata male ai ladri che hanno cercato di derubare un negozio di Mestre (Venezia).

Fabio Bovo, il negoziante proprietario del “Bovo Project e Design” di via Colombo aveva già subito due furti nei mesi scorsi, e in entrambi i casi gli erano stati rubati proprio i televisori. Così aveva messo in vetrina una riproduzione in legno. Per fortuna…

Raffaele Rosa sul Gazzettino ha riferito la reazione di Bovo alla scoperta dell’ennesimo furto:

«È la terza volta che mi sfondano la vetrina proprio per rubare il televisore, ma stavolta li aspettava una sorpresa. Magra consolazione perché restano i danni e, soprattutto, la preoccupazione di dover convivere con questi episodi che si ripetono anche se siamo in pieno centro. Una vicina ha riferito di aver sentito degli schiamazzi, ma non ci ha fatto caso. Di certo sono fuggiti subito dopo aver visto che il colpo era andato male. In vetrina mi sono rimasti i cocci di vetro, il tombino in ghisa usato come “ariete” e la riproduzione in legno del televisore. Abbiamo danni per almeno 1.500 euro, ma per fortuna siamo assicurati. Quello che però ci preoccupa è la situazione. Ho pensato più volte di installare delle telecamere, ma non so se servirebbe come deterrente. Quelle comunali si attivano solo quando passa il tram o i bus, quindi non hanno alcuna utilità per noi. Siamo qui dal 1999 e devo essere sincero che prima di questo ultimo periodo non erano mai successo nulla”.