Meteo: caldo africano, nuovo picco 21-23. Temporali di calore, le aree a rischio

di redazione Blitz
Pubblicato il 18 luglio 2015 9:01 | Ultimo aggiornamento: 18 luglio 2015 9:02
Meteo: caldo africano, nuovo picco 21-23. Temporali di calore, le aree a rischio

Meteo: caldo africano, nuovo picco 21-23. Temporali di calore, le aree a rischio

ROMA – Stiamo attraversando l’ondata di caldo più intensa da 70 anni a questa parte. Ne è convinto Edoardo Ferrara di 3bmeteo.com.

Per tutto il weekend dominerà il sole sullo Stivale ma, avverte l’esperto, attenzione alla possibilità di qualche temporale di calore, che potrà scoppiare all’improvviso tra il pomeriggio e la sera soprattutto sulle Alpi e sull’Appennino centrale. Si tratterà di fenomeni fugaci, eventualmente anche di una certa intensità, stante la presenza di aria molto calda e umida. Qualche temporale atteso anche sull’Appennino centrale in particolare tra Sibillini, dorsale abruzzese, rilievi laziali a confine con l’Abruzzo, Molise occidentale, non escluso che qualche precipitazione possa lambire anche i litorali adriatici entro sera.

Purtroppo non c’è scampo al caldo africano: soffriremo anche di notte, quando il clima su alcune zone d’Italia diventerà praticamente tropicale in particolare sulla Valpadana e lungo le aree costiere dove le minime potranno non scendere sotto i 24-26°C e gli elevati tassi di umidità faranno percepire temperature superiori ai 30°C fino alle tarde ore della notte. Città come Milano e Roma potranno avere un clima notturno simile a quello di Bangkok.

Per un po’ di sollievo bisognerà aspettare fine mese: in particolare dopo il 25, quando le correnti atlantiche tenteranno di forzare l’anticiclone africano portando forse temporali e frescura al Nord, più marginalmente anche al Centrosud.

Ecco le previsioni di sabato 18 luglio:

Nord: Situazione pressoché invariata, con bel tempo su tutti i settori nella prima parte del giorno; nel pomeriggio-sera consueto incremento dell’instabilità sull’arco alpino con sviluppo di temporali sparsi, localmente anche intensi. Interessate marginalmente anche le aree prealpine. Temperature stabili o in ulteriore lieve rialzo, massime tra 33 e 38°C. Venti deboli a regime di brezza e mari quasi calmi o poco mossi.

Centro: L’anticiclone nordafricano ingloba tutte le regioni, garantendo una giornata assolata ovunque; nubi cumuliformi diurne in sviluppo lungo l’Appennino, con isolati fenomeni su quello abruzzese. Temperature in lieve aumento; valori diurni tra 32 e 37°C, anche superiori in Toscana. Venti deboli a regime di brezza e mari che si mantengono quasi calmi o poco mossi.

Sud: Nuova giornata di bel tempo grazie al dominio dell’anticiclone. Su tutte le regioni avremo cieli sereni o poco nuvolosi da mattina a sera, salvo i classici cumuli ad evoluzione diurna lungo le aree montuose appenniniche, ma senza fenomeni associati.

Temperature in locale aumento e valori massimi compresi tra 32 e 37°C. Venti deboli ovunque ed a regime di brezza; mari poco mossi.