Caldo africano, bollino rosso in 14 città. Da lunedì temperature giù di 10 gradi

di redazione Blitz
Pubblicato il 1 Agosto 2020 9:45 | Ultimo aggiornamento: 1 Agosto 2020 9:45
Caldo africano, bollino rosso in 14 città. Da lunedì meno 10 gradi

Caldo africano, bollino rosso in 14 città. Da lunedì giù di 10 gradi

Massima allerta per il caldo in Italia. Preoccupano le temperature in 14 città, previsti 45 gradi in Sardegna. Da lunedì cambia tutto.

Italia divisa a metà, tra temperature bollenti, nubifragi e smottamenti. Sul fronte caldo, il Ministero della Salute segna bollino rosso in 14 città per oggi, sabato 1 agosto. La metà di quelle monitorate e 4 in più rispetto al venerdì bollente.

Si preannuncia un fine settimana di fuoco, che coincide col primo vero esodo per le vacanze.

In particolare, il livello 3 di allerta, corrispondente al bollino rosso, è previsto a Bologna, Bolzano, Brescia, Campobasso, Firenze, Frosinone, Latina, Perugia, Pescara, Rieti, Roma, Torino, Verona e Viterbo.

Tra queste, le 4 città che passano dal bollino arancione di ieri al rosso di oggi sono Brescia, Latina, Verona e Viterbo.

In Sardegna previsto un record di 45 gradi, dopo i 42 gradi superati a Iglesias, la città più calda. In media il termometro non è mai sceso sotto i 35 gradi in tutta la Sardegna. Da domenica attesa qualche diminuzione.

Sos frane, l’allarme di Coldiretti

Coldiretti lancia l’Sos frane con nubifragi su terra arida. “A rischio il 91% dei Comuni”, dice l’organizzazione.

A pesare, sottolinea, sono i mutamenti climatici e il consumo del suolo con il terreno che non riesce ad assorbire l’acqua aumentando il rischio idrogeologico.

Dissesto da maltempo che in Valtellina ha già provocato frane. In via precauzionale disposta l’evacuazione di 43 persone in località Pini di Curvalta nel territorio comunale di Valdidentro e di 8 persone a Bormio nella zona della Val Campello.

Danni sono stati registrati in Alto Adige dove i pompieri di 35 compagnie, nella notte tra giovedì e venerdì, sono intervenuti per oltre 100 interventi per cantine garage allagati, sottopassi non transitabili e rami caduti.

Invece nel Bolognese l’ondata di calore è stata spezzata da vento, grandine con alberi e rami caduti e garage allagati in particolare a Pianoro, Vergato, San Giovanni in Persiceto, Castel San Pietro Terme e Medicina.

Infine il rischio incendi particolarmente alto in Sicilia.

Meteo, da lunedì temperature giù di 10 gradi.

Cambio radicale delle condizioni meteo con l’inizio della prossima settimana. Già da lunedì 3, infatti, le temperature scenderanno di 10°C.

Gli esperti del sito ilMeteo.it spiegano che “un vortice atlantico impatterà sull’Italia provocando una fase di maltempo con temporali localmente anche molto forti”.

Da lunedì, spiegano, “un insidioso vortice ciclonico” riuscirà a far breccia nell’anticiclone, provocando un’incisiva fase di maltempo.

Non si escludono eventi meteo estremi come grandinate e nubifragi, in particolare tra basso Piemonte, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Piogge in serata anche su Liguria, Valle d’Aosta e Trentino Alto Adige. Andrà meglio sul resto dell’Italia, con un aumento della nuvolosità su buona parte del Centro.

Martedì 4 “il vortice si allontanerà velocemente dal nostro Paese provocando le ultime piogge solamente sull’arco alpino orientale e, nel corso del pomeriggio, tra le zone interne di Marche e Abruzzo. Altrove il sole tornerà a splendere in maniera più decisa”.

Successivamente, tra mercoledì 5 e venerdì 7 “l’alta pressione riuscirà a riprendersi gli spazi perduti”.

Da sabato 8 “correnti più instabili di origine atlantica torneranno a portare un po’ di scompiglio”. (Fonti: ilMeteo.it, Ministero Salute).