Meteo, caldo fino a 42 gradi. Bollino rosso al centro Nord, primi malori per l’afa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Giugno 2019 23:51 | Ultimo aggiornamento: 27 Giugno 2019 9:44
Caldo da record il 27 e 28 giugno, allerta rossa e malori: le previsioni

Meteo, caldo fino a 42 gradi. Bollino rosso al centro Nord, primi malori per l’afa

ROMA – Un’ondata di caldo che non si registrava da oltre 100 anni si sta abbattendo sull’Italia, con temperature da record al centro Nord. Il picco è atteso tra giovedì 27 con 6 città da bollino rosso e venerdì 28 giugno, con allerta diramata in 16 città. Intanto a Genova sono stati registrati i primi malori legati a colpi di calore già la sera di mercoledì 26. 

Allerta da bollino rosso per il caldo

I centri urbani contrassegnati con il bollino rosso del ministero della Salute che indica il massimo livello di rischio per tutta la popolazione, non solo quindi per le fasce più fragili. Sta infatti per arrivare nelle prossime 48 ore un’ondata di calore ‘di portata storica’, come la definisce il meteorologo di 3bmeteo.com, Andrea Vuolo, precisando che colpirà principalmente il Centronord. Domani, in particolare, contrassegnate dal bollino rosso saranno Bolzano, Brescia, Firenze, Perugia, Rieti e Roma. A queste sei città si aggiungeranno venerdì Bari, Bologna, Frosinone, Latina, Milano, Napoli, Torino, Venezia, Verona e Viterbo. 

Caldo record: le previsioni

Nelle prossime 48 ore la colonnina di mercurio si impennerà, fino a toccare ben 42 gradi in Piemonte, in particolare tra Asti, Alessandria e Vercelli. Per Torino si potrà agilmente superare il record mensile di temperatura massima del mese di giugno, e potenzialmente superare i valori registrati nell’estate 2003, che peraltro si distinse per la sua durata. 

5 x 1000

Picchi di 39-40 gradi sono attesi anche in Lombardia e in Emilia Romagna, specie tra le città di Milano, Pavia, Cremona, Lodi, Bergamo, Como, Varese, Mantova, Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna e Ferrara, così come nei fondovalle del Trentino Alto Adige e della Val d’Aosta (possibili fino a 40 gradi ad Aosta e Bolzano), fino a 39-40 gradi a Firenze e 37-38 gradi a Roma. 

Caldo da record al centro-nord: picchi anche di 42 gradi

“Per la prima volta nella storia meteorologica italiana – spiega Vuolo – potranno raggiungersi in giugno valori di 40 gradi, e talora anche superarli, in particolare tra Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e zone interne della Toscana. Si tratterebbe, localmente, di valori record storici dall’inizio delle misure di temperatura: un fatto davvero eclatante considerando che le più intense ondate di caldo degli ultimi decenni e secoli sono sopraggiunte nei mesi di luglio e agosto e non in giugno, quantomeno al Centronord”. 

Malore per l’afa: primi accessi al pronto soccorso di Genova

Primi accessi ai pronto soccorso di Genova per l’ondata di calore che sta interessando l’Italia Italia. Il 118 è intervenuto per diversi malori legati alle alte temperature, il termometro ha registrato 35 gradi. Ci sono stati svenimenti e colpi di calore, ma anche scompensi cardiaci e respiratori. Sono stati soprattutto gli anziani a ricorrere alle cure mediche. I numeri non sono elevati. 

Questa mattina un pensionato di 78 anni è stato trovato morto nella sua abitazione a Sampierdarena in via Bezzecca. L’uomo era stato dimesso da poco dall’ospedale dopo un intervento. Il caldo potrebbe aver pesato su uno stato di salute già provato. A trovare il corpo sono stati i parenti che hanno avvisato le volanti della polizia. Nel corso della giornata numerosi i black out a causa di un guasto alla rete elettrica nel quartiere Foce e in altre zone della città si sono registrati cali di tensione a causa del sovraccarico per l’accensione di ventilatori e impianti di condizionamento 

Allerta caldo: attivato il servizio CRI per le Persone

In quella che viene annunciata come l’estate più torrida degli ultimi anni, la Croce Rossa Italiana ha attivato il servizio “CRI per le Persone”, con il numero verde gratuito 800-065510 h24 e sette giorni su sette per chiunque abbia bisogno di sostegno, assistenza e consigli con una particolare attenzione alle persone sottoposte a maggiori pericoli per la salute come bambini e anziani. La Croce Rossa ribadisce alcune indicazioni con particolare attenzione alle persone più fragili. 

Agli anziani con patologie croniche (come cardiovascolari, respiratorie, neurologiche, diabete) e a chi assume farmaci si consiglia di consultare il medico per un eventuale aggiustamento della terapia o della frequenza dei controlli clinici e di laboratorio, segnalare al medico qualsiasi malessere. Infine, è importante conservare correttamente i farmaci: in frigorifero quelli per i quali è prevista una temperatura non superiore ai 25-30 gradi e lontani da fonti di calore e da irradiazione solare diretta. (Fonte ANSA).