Meteo. Giorni della merla, maltempo un po’ ovunque ma niente gelo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Gennaio 2015 6:07 | Ultimo aggiornamento: 29 Gennaio 2015 21:31
Meteo. Giorni della merla, maltempo un po' ovunque ma niente gelo

Meteo. Giorni della merla, maltempo un po’ ovunque ma niente gelo

ROMA – Saranno giorni di freddo e maltempo ma non ci sarà l’ondata di gelo prevista fino a qualche giorno fa. Arrivano i Giorni della Merla, tradizionalmente considerati i più freddi dell’anno. E’ con la merlain azione un’intensa perturbazione accompagnata da un vortice di bassa pressione, con venti in prevalenza da Ovest che porteranno temperature invernali ma non ‘gelide’ fino al week-end.

Ma questo vortice porterà piogge specialmente al Centro sud e neve a quote basse al Nordest. Queste le previsioni per i prossimi giorni del Centro Epson Meteo.

“Sulla scena europea – spiega il Centro – ha fatto irruzione un frammento del vortice polare che tenderà a rimanere a ridosso del continente per almeno una settimana determinando condizioni meteorologiche decisamente invernali in molti Paesi. I Paesi meridionali e l’Italia in particolare si troveranno al confine meridionale del vortice, con venti occidentali burrascosi e forti precipitazioni che saranno alimentate anche dal Mediterraneo ancora relativamente tiepido”. Non arriverà infatti aria fredda da Nord, aggiunge il meteorologo del Centro, Flavio Galbiati, “ma aria mitigata da occidente. Ci sarà però un elevato rischio di piogge abbondanti sui versanti dove l’aria va a impattare”.

La fase di maltempo riguarderà soprattutto il Centrosud e le isole, alle prese anche con mari agitati, e la fascia tirrenica. Le temperature, precisa il meteorologo, venerdì  30 saranno su valori invernali, ma non particolarmente bassi.

Se a Milano nel pomeriggio si registreranno 7 gradi, a Roma – dove la minima mattutina sarà di 8 gradi – se ne registreranno 12, a Napoli 13 e a Palermo 14. Nel dettaglio venerdì , sempre secondo le previsioni del Centro Epson Meteo, le zone con il rischio di rovesci più intensi saranno il basso Lazio, la Campania e il sud-ovest della Sardegna. Nel resto del Centrosud sono previste piogge più isolate e deboli su Marche, Puglia, Basilicata, Calabria e nord della Sicilia.

C’è poi il rischio di fenomeni forti su Campania, nordovest della Calabria e Sicilia occidentale. Prevista neve anche sull’Appennino emiliano intorno a 500-600 metri, con fenomeni in graduale esaurimento. Il Centro Epson Meteo prevede poi venti occidentali molto intensi: da moderati a forti su tutto il Centrosud e Liguria con raffiche a 80 km/h. I mari di Ponente saranno “molto agitati” e nel canale di Sardegna si formeranno onde alte anche 4-6 metri. Sabato il Paese sarà ancora attraversato da correnti occidentali.

Al Nord il tempo sarà in prevalenza buono con qualche annuvolamento in più solo su Emilia Romagna e Nordest. Pioverà sulle Isole e anche su Lazio, Campania e Calabria. Domenica sarà una giornata con tempo buono in molte zone del Nord, anche se potrebbero rimanere delle nuvole su Emilia Romagna ed estremo Nordest, senza precipitazioni di rilievo. Al Centrosud tempo variabile con fenomeni più consistenti sulle zone interne del versante tirrenico, in Campania, Calabria tirrenica e Isole.