Meteo, giovedì 20 giugno Italia spaccata in due: al Nord temporali, al Sud afa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Giugno 2013 9:40 | Ultimo aggiornamento: 20 Giugno 2013 9:41
Meteo, giovedì 20 giugno Italia spaccata in due: al Nord temporali, al Sud afa

Caldo record giovedì 20 giugno (Foto Lapresse)

ROMA – Italia spaccata in due nel clima: al nord giovedì 20 giugno sono previsti temporali con grandine, al centro e al sud resta il caldo, con allerta in molte città. 

Il bollino rosso vale per 14 capoluoghi: Bologna, Bolzano, Brescia, Campobasso, Firenze, Frosinone, Latina, Perugia, Pescara, Rieti, Roma, Trieste, Venezia e Verona. Qui ci saranno picchi di calore con 40 gradi percepiti.

In Lombardia, Piemonte e Val D’Aosta la protezione civile mette invece in guardia dalle piogge. Colpa, o merito, di una perturbazione di origine atlantica che porterà piogge su Val D’Aosta, Lombardia e Piemonte. 

Nelle 14 città con bollino rosso il caldo torrido sarà ancora una conseguenza dell’anticiclone algerino Ade. L’anticiclone raggiungerà il picco proprio tra oggi, giovedì 20 giugno, e domani, venerdì 21, quando le temperature sfioreranno i 40 gradi. Il ministero della Salute ha indicato il livello di allerta 3: “Condizioni di emergenza, ‘ondata di calore’, con possibili effetti negativi sulla salute di persone sane e attive e non solo sui ‘sottogruppi’ come anziani, bambini e persone affette da malattie croniche”.

In generale fino a venerdì si supereranno i 36 gradi in Pianura Padana e nelle principali città, mentre in Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia si raggiungeranno nelle ore pomeridiane i 39 gradi.

In alcune zone della Puglia, in particolare tra Taranto e Matera, si sfioreranno i 40. Da venerdì nuova ondata di caldo nel Sud con le temperature che continueranno a salire di alcuni gradi in Puglia e Basilicata.

Situazione opposta nel Nord-Ovest, dove una perturbazione di origine atlantica porterà piogge e temporali anche molto intensi, accompagnati da grandinate, fulmini e forti raffiche di vento, su Valle d’Aosta, Piemonte e Lombardia, in estensione dal pomeriggio anche al Veneto.

Solo nel fine settimana l’anticiclone perderà vigore e venti da Ovest ridurranno l’umidità, anche se le temperature resteranno estive per tutto giugno. Per la prima settimana di luglio si prepara già il nuovo anticiclone caldissimo che ci accompagnerà per il resto dell’estate.