Meteo, in arrivo pioggia, freddo polare e neve su Italia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Novembre 2015 10:43 | Ultimo aggiornamento: 17 Novembre 2015 14:16
Meteo, in arrivo pioggia, freddo e neve su tutta Italia

Meteo, in arrivo pioggia, freddo e neve su tutta Italia

ROMA – Pioggia, freddo e neve sono in arrivo su tutta Italia dal 21 novembre. Una perturbazione che arriva dal nord Europa raggiungerà l’Italia, spazzando via l’effetto mite dell’anticiclone delle ultime settimane. Le temperature subiranno un brusco calo, anche fino a 10 gradi. Il peggioramento è atteso nel weekend del 21 e 22 novembre, con il maltempo che si concentrerà soprattutto al nord Italia.

Edoardo Ferrara, meteorologo di 3bmeteo.com, spiega che una svolta invernale è in arrivo sull’Italia:

“Svolta invernale entro il weekend – Anche ad oggi si conferma una radicale svolta meteo entro il prossimo weekend. Aria fredda di diretta estrazione artica irromperà sull’Europa centrale, pilotata da un vasto ciclone sulla Scandinavia, per poi raggiungere il Mediterraneo spazzando via l’anticiclone che ci interessa da molti giorni. Essa si muoverà rapidamente dalla Val Padana verso le regioni centrali, in successiva estensione ai Balcani.

TORNANO PIOGGIA, FREDDO E ANCHE LA NEVE – Primi segnali del peggioramento si avranno già venerdì 20, ma la fase clou si avrà tra sabato 21 e domenica 22. Secondo gli ultimi aggiornamenti si dovrebbe formare un minimo sulla Valpadana in rapida evoluzione verso l’Adriatico, con piogge e rovesci soprattutto su medio-alto Adriatico, Nordest e tirreniche, anche a sfondo temporalesco e con grandinate. Poco o nulla sul Nordovest con fenomeni soprattutto sulle Alpi di confine. Tuttavia non è escluso che il minimo possa formarsi più ad Ovest coinvolgendo più direttamente anche questo settore ( ipotesi meno probabile ).

Il tutto sarà accompagnato da un tracollo termico anche di oltre 8-10°C con ritorno della neve a quote medio basse. Fiocchi di neve infatti attesi su Alpi ( specie orientali ) ed Appennino sin sotto i 1000-1300m; possibile neve anche quote collinari sull’Appennino settentrionale, in primis sull’Emilia Romagna”.

Sono poi due i possibili scenari di evoluzione del meteo dopo l’irruzione artica, prosegue Ferrara, di cui uno più probabile:

“IPOTESI 1 ( più probabile ): dopo la sfuriata artica tra il weekend e lunedì 23 l’alta pressione delle Azzorre in rimonta da Ovest darà una spallata a tutta la saccatura verso i Balcani, ripristinando piuttosto rapidamente il tempo stabile a partire dal Nord, poi anche Centrosud, sebbene con clima più freddo.

IPOTESI 2 ( al momento meno probabile ): l’alta pressione non riesce a rimontare da subito, lasciando la saccatura colma d’aria fredda agire ancora per un qualche giorno su Europa centrale e Mediterraneo. In seno ad essa una seconda depressione potrebbe formarsi sulla Francia per poi evolvere verso l’Italia. In tal caso gli effetti sarebbero tutti da valutare, ma con un nuovo peggioramento da Ovest verso Est. La presenza di un discreto cuscino d’aria fredda al Nord potrebbe favorire nevicate a quote molto basse o comunque collinari specie al Nordovest”.